La fibra muscolare trovata in Elite Powerlifter è del 22% più grande di quella di un rinoceronte

1777
Lesley Flynn
La fibra muscolare trovata in Elite Powerlifter è del 22% più grande di quella di un rinoceronte

Dove esistono i limiti massimi di forza e dimensione?

Siamo in un momento interessante nel mondo del fitness e degli sport di forza. La popolarità del sollevamento e della competizione negli sport di forza continua a crescere e stiamo assistendo a sempre più atleti compiere imprese di forza che si pensava fossero impossibili solo anni fa.

Perché è questo però? Ebbene, mentre gli sport di forza continuano a crescere in popolarità, così cresce il pool di talenti sia degli atleti che degli allenatori - e con tutto ciò arriva un aumento della ricerca, come quella del campo delle fibre muscolari.

In un recente argomento di studio pubblicato dal College of Health & Social Sciences della California State University Fullerton, gli autori hanno valutato il tipo e la morfologia delle fibre muscolari (come la forma cambia nel tempo) in un powerlifter d'élite di mezza età che utilizzava steroidi anabolizzanti. Lo scopo di questo caso di studio era valutare come le fibre muscolari si adattano e passano all'allenamento di resistenza pesante con l'uso di steroidi anabolizzanti nel corso della carriera di un atleta.

Questo caso di studio ha aperto un sacco di nuove domande e suggerimenti su dove dovrebbe dirigersi la ricerca. Ad esempio, questo caso di studio ha rilevato una fibra muscolare a contrazione rapida nel soggetto che era superiore al 20% più grandi rispetto alla normale fibra muscolare registrata in un rinoceronte - aspetta cosa?

In effetti, abbiamo trovato una fibra significativamente più grande della media (> 2 deviazioni standard). - Dott. James Bagley

Foto di Shams F Amir / Shutterstock

Sappiamo che gli atleti di forza possiedono un folle quantità di fibre a contrazione rapida da questo studio eseguito su sollevatori di pesi d'élite l'anno scorso, ma trovare una fibra muscolare più grande di quella che possiede un rinoceronte è sbalorditivo. Per questo caso di studio, gli autori hanno analizzato 250 singole fibre muscolari estratte dal vasto laterale a riposo del powerlifter d'élite (muscolo quadrangolare esterno).

Statistiche di Powerlifter che vale la pena conoscere

  • Età: 40 anni
  • 30+ anni di allenamento di resistenza
  • 10+ anni di uso di steroidi androgeni anabolizzanti
  • 4+ anni di uso costante di steroidi androgeni anabolizzanti
  • Max squat 493 kg, distensione su panca 387 kg e stacco da terra 347 kg

Dopo la loro analisi delle fibre muscolari del powerlifter d'élite, gli autori hanno notato alcuni risultati affascinanti e hanno confrontato ciò che hanno osservato con la letteratura attuale sulle fibre muscolari.

Foto di sportpoint / Shutterstock

La ripartizione delle fibre muscolari del powerlifter era la seguente:

  • Fibra di tipo I al 9% (contrazione lenta): gioca un ruolo importante nelle attività basate sulla resistenza
  • 12% Tyle I / IIa Fiber (ibrido a contrazione lenta-veloce) - Gioca un ruolo nelle attività basate su resistenza / forza / potenza
  • Fibra di tipo IIa al 79% (contrazione rapida): gioca un ruolo importante nelle attività basate sulla forza / potenza

Il 79% registrato delle fibre muscolari di tipo IIa è notevole. Per il contesto, questa è tra le più alte percentuali di fibre di tipo IIa mai documentate nella ricerca ed è circa il doppio della quantità spesso vista nei powerlifter competitivi.

Oltre a possedere alcune delle più alte percentuali di fibre muscolari di tipo IIa a contrazione rapida mai registrate in letteratura, l'area della sezione trasversale della fibra muscolare del powerlifter d'élite era in realtà simile in media a ciò che si osserva normalmente negli uomini sani, ma le sue fibre possedevano una dimensione del dominio monucleare maggiore (che viene utilizzata per aiutare a prevedere la capacità ossidativa di una fibra muscolare). Questa osservazione di un aumento del dominio monucleare suggerisce che l'elite powerlifter ha circa> 2x la quantità di myonuclei (per volume) che possiede un maschio sano e inesperto.

Con 2x + la quantità di myonuclei per volume, ciò implica che le fibre muscolari del powerlifter d'élite hanno una capacità molto maggiore e un tetto per la crescita e il recupero.

sportpoint / Shutterstock

Un'intervista con uno degli autori

Per ottenere una migliore comprensione di questo caso di studio e della direzione successiva della ricerca, ho contattato il dott. James Bagley, uno degli autori dello studio e Assistant Professor di Kinesiology e Direttore del Muscle Physiology Lab presso SF State.

BarBend: Qual è stata la parte più sorprendente di questo caso di studio?

Bagley: Questo caso studia ci offre un'istantanea dei limiti superiori della fisiologia muscolare umana correlata all'ipertrofia e alla forza. Mentre i muscoli dei powerlifter e dei bodybuilder amatoriali sono stati studiati e profilati negli ultimi decenni, questo è il primo studio di cui siamo a conoscenza, che è stato in grado di ottenere un tipo di fibra muscolare e immagini al microscopio di singole fibre da un powerlifter veramente d'élite (max squat combinato, stacco da terra e panca> 2.600 libbre).

Detto questo, erano attesi alcuni risultati. Ad esempio, questo atleta aveva il 79% di fibre muscolari a contrazione rapida pura (chiamate anche fibre a catena pesante della miosina (MHC IIa)). Questo è molto più della media degli adulti, ma è paragonabile ai sollevatori di pesi olimpici d'élite che il nostro laboratorio ha studiato. Inoltre, abbiamo riscontrato che la sua "dimensione del dominio mionucleare" media (area controllata da ogni mioonucleo) era inferiore alla media. Anche questo era previsto, poiché questo atleta probabilmente ha una migliore crescita e risposta di riparazione a causa di un intenso allenamento di resistenza e probabilmente dell'uso di steroidi anabolizzanti.

Tuttavia, abbiamo anche trovato alcuni risultati molto inaspettati. Le fibre di questo atleta erano, in media, della stessa dimensione o più piccole della media degli adulti. Ciò suggerisce che ha più fibre totali per muscolo rispetto a. adulti medi per tenere conto della sua maggiore massa muscolare totale. Ma alcune delle sue fibre non erano di dimensioni così normali.

In effetti, abbiamo trovato una fibra significativamente più grande della media (> 2 deviazioni standard). Per metterlo nel contesto, era oltre il 20% più grande di una fibra di rinoceronte media!

Questa è la fibra umana più grande che i nostri laboratori abbiano mai visto. Non sappiamo perché alcune fibre siano follemente enormi, potrebbero essere allenamento, farmaci che migliorano le prestazioni, genetica o dieta. O, molto probabilmente, una combinazione di questi fattori.

BarBend: Dove speri che la ricerca prosegua dopo questo studio?

Bagley: Negli ultimi 50+ anni, i fisiologi muscolari hanno studiato "i giovani con attività ricreativa". Perché? Perché la maggior parte della ricerca viene svolta nelle università. È qui che reclutiamo i soggetti e la maggior parte delle persone nei college sono "giovani ricreativi attivi".

In realtà è davvero difficile ottenere soggetti per studi di ricerca, in particolare atleti d'élite. Tuttavia, penso che gli atleti e gli allenatori stiano diventando più aperti all'idea di partecipare alla ricerca sui muscoli. Penso che si stiano rendendo conto che questi dati possono aiutare loro, il loro sport e la comunità scientifica. Spero che la nostra ricerca su questo powerlifter d'élite susciti più interesse per la collaborazione sia nel mondo dello sport che in quello della scienza.

Stiamo appena scalfendo la superficie del sottovalutare il potenziale della fisiologia muscolare umana, ma spero che questo studio possa aggiungere un altro tassello al puzzle.

BarBend: Quali sono le principali conclusioni di questo studio che un lettore può apprendere?

Bagley: Primo, nessuna sorpresa, a lungo termine (decenni) di esercizi di resistenza e l'uso di steroidi anabolizzanti possono renderti davvero grande e davvero forte. Quello che abbiamo mostrato, però, sono informazioni più dettagliate su cosa sta succedendo a livello cellulare e molecolare: rispetto agli adulti medi questo powerlifter d'élite aveva:

  • 1) una maggiore capacità di riparazione e crescita
  • 2) molte più fibre a contrazione rapida
  • 3) alcune fibre molto molto grandi (mescolate con fibre per lo più di dimensioni medie)

BarBend: Cosa rende questo studio così unico rispetto a quanto è stato fatto prima con la ricerca sulle fibre muscolari?

Bagley: Siamo stati molto fortunati ad ottenere una biopsia muscolare da un powerlifter maschio d'élite con una storia di 15 anni di uso di steroidi anabolizzanti. Sebbene questo campione fornisca solo un'istantanea della fisiologia di questo atleta, è molto raro ottenere dati come questo da atleti di forza d'élite.

La maggior parte delle ricerche sugli atleti in passato è stata condotta su atleti di resistenza. Perché? Perché la maggior parte dei ricercatori nel corso della giornata erano essi stessi atleti di resistenza!

Tuttavia, ora abbiamo molta forza / potenza e contemporaneamente "scienziati atleti" formati. Penso che questo, insieme alla crescente popolarità del sollevamento pesi e del powerlifting, sia il momento giusto per ottenere buoni dati sulle fibre muscolari su queste popolazioni. Come ho detto prima, questi dati mostrano un piccolo pezzo di un puzzle più grande, con l'obiettivo di comprendere la crescita muscolare e le prestazioni.

È un ottimo momento per essere nel campo della fisiologia muscolare e sono davvero entusiasta di vedere dove saremo tra 10 anni!

Immagine in primo piano da Shams F Amir / sportpoint / Shutterstock


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.