La Federazione Internazionale di Sollevamento Pesi e l'Agenzia Internazionale di Testing firmano una partnership

3762
Yurchik Ogurchik
La Federazione Internazionale di Sollevamento Pesi e l'Agenzia Internazionale di Testing firmano una partnership

L'International Weightlifting Federation (IWF) e l'International Testing Agency (ITA) hanno firmato un accordo di partnership anti-doping alla convention SportAccord nel Queensland, in Australia.

Questo accordo è stato costruito sulla base di un accordo firmato permanente che le due organizzazioni avevano da novembre 2018. L'IWF ha rilasciato una dichiarazione dettagliata che delinea dove si trovava in precedenza la partnership e le aggiunte fatte alla convention SportAccord.

"Fino ad ora, la partnership tra le due organizzazioni includeva una valutazione dettagliata del rischio, pianificazione e gestione della distribuzione dei test, test fuori competizione, gestione dell'esenzione per uso terapeutico (TUE) e supporto per quanto riguarda i programmi educativi dell'IWF."

"Sono stati aggiunti i test in gara, la gestione del programma IWF Athlete Biological Passport, la gestione dei risultati, l'archiviazione a lungo termine e la nuova analisi dei campioni."

Questo accordo è un altro impegno ufficiale preso per promuovere e richiedere il sollevamento pesi pulito in tutto il mondo.

"L'IWF è già ampiamente considerato in prima linea negli sforzi anti-doping nello sport, grazie ai suoi sforzi e innovazioni nei test, nelle qualificazioni olimpiche, nell'istruzione e altro ancora", ha affermato in una nota Benjamin Cohen, Direttore generale dell'ITA.

Il Direttore Generale dell'IWF Attila Adamfi ha anche espresso la sua entusiasmo per continuare e consolidare la partnership dell'IWF con l'ITA.

“Garantire una competizione pulita e una cultura dello sport pulito richiede una grande squadra. L'IWF è molto felice di avere l'ITA al nostro fianco e di migliorare la nostra partnership esistente. L'IWF è giustamente orgoglioso dei suoi sforzi per garantire uno sport pulito e non vediamo l'ora che ITA aiuti a estendere questi sforzi."

All'inizio di quest'anno, sei atleti thailandesi che hanno gareggiato ai Campionati mondiali IWF 2018 sono risultati positivi alle sostanze vietate. In linea con l'ultima politica antidoping dell'IWF, le nazioni che producono tre o più test positivi in ​​un anno solare possono subire sospensioni dalla competizione internazionale fino a quattro anni.

Per ulteriori informazioni sulla politica antidoping dell'IWF, è possibile leggere la politica, le regole, i documenti e altro sul sito ufficiale dell'IWF.

Immagine in primo piano dalla pagina Instagram di @iwfnet.


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.