7 consigli per evitare il burnout come personal trainer

1527
Christopher Anthony
7 consigli per evitare il burnout come personal trainer

Non importa quanto tu sia estroverso, istruire e portare energia alle persone tutto il giorno può essere estenuante. Ed è uno dei motivi per cui essere un personal trainer e esaurirsi spesso vanno di pari passo.

In 10 anni di coaching e intervistando centinaia (forse migliaia a questo punto) di personal trainer e istruttori di fitness, ho imparato che è anche uno dei motivi per cui la maggior parte degli allenatori di fitness non finisce per perseguire una carriera nel settore per tutta la vita. Ci provano per alcuni anni e poi passano a qualcos'altro.

Riesci a immaginare se avvocati, elettricisti o ingegneri non fossero in grado di avere una carriera a lungo termine nel loro mestiere? Non ci sarebbe nessuno a trasmettere la loro esperienza e le lezioni che hanno imparato alla generazione successiva.

A mio parere, questa è una delle attuali carenze del settore del fitness: mancanza di coach professionali a lungo termine per trasmettere le migliori pratiche alla generazione successiva.

E mentre è certamente solo un pezzo del puzzle - l'altro grande è l'incapacità di guadagnare uno stipendio professionale - se riusciamo a risolvere il fattore di burnout del personal trainer, saremo un po 'più vicini alla creazione di più allenatori a lungo termine.

7 chiavi per rimanere freschi

1. Non fare turni divisi

Uno stile di vita comune da personal trainer consiste nell'allenare i clienti la mattina presto prima che vadano al lavoro, tornino a casa, schiaccino un pisolino e poi tornino in palestra alle 4 o alle 5 p.m. per i clienti afterwork.

Non mi importa quanto sia buona la tua abilità nel sonnecchiare, i turni divisi diventano rapidamente estenuanti. Potresti riuscire a farlo per un po 'mentre costruisci la tua carriera, ma presto inizierai a risentirti per il tuo ritorno serale in palestra.

Invece, diventa un allenatore mattutino o un allenatore serale. Non entrambi.

Ma non avrò abbastanza ore in questo modo?

Negli ultimi anni, ho scoperto che sempre più persone hanno orari di lavoro flessibili, o lavorano da casa, quindi la possibilità di prenotare 10 a.m., 11 a.m. o anche i clienti del primo pomeriggio sono utili. Per invogliare le persone ad allenarsi durante queste ore di riposo, offri un po 'di sconto. Ti consentirà di costruire una vita sostenibile in cui puoi rimanere fresco ed energizzato per allenare.

2. Sii rigoroso con il tuo tempo

Nei miei primi giorni di coaching, lasciavo che i clienti mi costringessero ad addestrarli in momenti per me scomodi. A volte uccidevo anche il mio giorno di ferie previsto dalla palestra perché era meglio per il loro programma.

Ho imparato rapidamente a essere più severo con il mio tempo. Ho smesso di chiedere ai clienti quando volevano entrare e ho iniziato a dirglielo quando ero disponibile.

Quello che è successo mi ha sorpreso: pensavo che le persone avrebbero potuto sostenere le spalle quando non potevano allenarsi nel loro momento ideale. Invece, hanno iniziato a rispettare di più il mio tempo.

3. Cercare una percentuale del sistema di compensazione delle entrate

Se sei un istruttore di fitness, non c'è molto potenziale a lungo termine per essere pagato a ore. In genere ti ritroverai a guadagnare circa $ 25 l'ora e dovrai lavorare troppe ore sul pavimento e bruciarti per guadagnarti da vivere dignitosamente.

Invece, cerca una percentuale del modello di compensazione delle entrate, in cui ti viene pagata una percentuale delle entrate dal tuo libro di clienti. Il tuo potenziale di guadagno sarà molto più alto e sarai in grado di mantenere un carico di lavoro ragionevole nel processo.

4. Offrire un design del programma individuale

Un altro ottimo modo per assicurarti di non dover spendere più di 40 ore di lavoro ogni settimana è creare un'opzione per i clienti più esperti per seguire un programma individuale che crei per loro. Un paio d'ore trascorse a programmare per i clienti richiedono molta meno energia da parte tua rispetto al coaching individuale.

Ovviamente i nuovi clienti hanno bisogno della presa per mano, ma una volta che i clienti sono autosufficienti, non hanno bisogno che tu li faccia da babysitter, contando le loro ripetizioni ogni momento in cui sono in palestra. Invece, puoi creare fasce orarie in cui quattro o cinque clienti possono presentarsi contemporaneamente e seguire un programma appropriato progettato appositamente per loro.

Una combinazione di formazione personale e progettazione di programmi individuali ti consente anche di decollare in vacanza qua e là e sapere che i tuoi clienti possono ancora allenarsi senza di te.

5. Vendi una relazione, non un allenamento

Se tutto ciò che sei per i tuoi clienti è un cambia peso e un contatore di ripetizioni, che amministra allenamenti duri, sei in qualche modo sostituibile.

Tuttavia, se sviluppi una relazione reale e genuina con tutti i tuoi clienti - conosci i nomi dei loro figli, scopri cosa sta succedendo nelle loro vite, ecc - avrai molte più possibilità di mantenerli per anni e di essere più soddisfatto nel processo.

Ancora più importante, tuttavia, è che una relazione di fiducia tra un allenatore e il cliente rende più probabile che il cliente si apra su altre cose nella sua vita per cui ha bisogno di aiuto, come l'alimentazione, il suo rapporto con il cibo, le abitudini del sonno, i livelli di stress ecc. E se puoi aiutarli, non solo a migliorare la loro forma fisica, ma anche ad apportare importanti cambiamenti allo stile di vita, il tuo valore come allenatore aumenta notevolmente, così come la tua soddisfazione sul lavoro.

6. Perseguire la formazione continua

Continua a trovare nuove aree che ti entusiasmano, quindi segui corsi, seminari o autodidatta per espandere la tua base di conoscenze. Non solo l'istruzione continua ti renderà un allenatore migliore, ma ti farà imparare, crescere e interessarti a ciò che stai facendo.

7. Concentrarsi sulla fidelizzazione dei clienti

Se hai allenato a lungo, probabilmente avrai notato che richiede molta meno energia emotiva per lavorare con un cliente che viene da cinque anni, che conosci bene e che capisce come muoversi e cosa può fare il suo corpo, rispetto a lavorare con un nuovo cliente e insegnargli come fare squat per la prima volta.

E più clienti mantieni, meno clienti dovrai ritirare ogni mese. Non solo, ma la pressione di dare la caccia a nuovi clienti ogni mese fornisce un altro stress.

Suggerimento professionale: Non lanciare una sfida di fitness a breve termine per coinvolgere nuove persone. Non attirerai altro che dilettanti a breve termine. Cerca clienti con una mentalità a lungo termine. Ridurrà seriamente il fattore burnout.

Il punto: Concentrati maggiormente sulla fidelizzazione dei clienti e dovrai concentrarti meno sull'acquisizione dei clienti.

Le chiavi per farlo sono nei suggerimenti precedenti: rimanere al passo con la propria istruzione, conoscere i propri clienti come esseri umani, offrire un design individuale del programma, evitare di lavorare con un sistema di dollari all'ora e progettare un programma che ti mantenga aggiornato, così rimani entusiasta di ciò che stai facendo e puoi fornire il miglior valore possibile ai tuoi clienti.

Nota del redattore: questo articolo è un editoriale. Le opinioni espresse nel presente documento e nel video sono dell'autore e non riflettono necessariamente le opinioni di BarBend. Reclami, affermazioni, opinioni e citazioni sono state fornite esclusivamente dall'autore.


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.