Condivisione e prestazioni Perché la community di forza è ossessionata da Instagram

954
Quentin Jones

Nota dell'editore: Katie Rose Hejtmanek, Ph.D. è un antropologo culturale che conduce ricerche sulla cultura degli sport di forza negli Stati Uniti. Questa è la seconda di una serie di approfondimenti che introduce i lettori alla sua ricerca e ai risultati preliminari. Tutte le osservazioni e i dati provengono dalla sua stessa ricerca. Puoi leggere il suo primo articolo qui e il secondo qui.

Se sei un fan degli sport di forza e vuoi guardare alla loro crescita da una prospettiva culturale, antropologica e / o analitica, ti consigliamo vivamente questa serie. Gli articoli approfondiscono il dr. Il lavoro di Hejtmanek e vale il tuo tempo.

"Sei su Instagram?"

Non posso dirti quante volte ho sentito questa domanda quando ho iniziato la mia ricerca sugli sport di forza.

Non lo ero. Non mi fotografo molto spesso. Non ho imparato la posa del selfie. Inoltre non scatto foto di luoghi o persone. Non è solo il mio genere. Di solito tengo il mio telefono (o ai vecchi tempi, la mia macchina fotografica) al sicuro in tasca. Nella mia precedente ricerca sulla custodia psichiatrica per i bambini negli Stati Uniti, non ho fatto e non potevo fare fotografie. Quindi no, senza niente da postare, non ero su Instagram.

Tuttavia, dopo i miei primi giorni "sul campo", quello che noi antropologi culturali chiamiamo il tempo in cui conduciamo ricerche immersive, ho capito che c'era qualcosa di veramente importante su Instagram e che dovevo partecipare.

Sto privilegiando Instagram qui, ma questo articolo riguarda anche i social media più in generale. I social media, in particolare i blog di allenamento, le sezioni di commento delle pagine di allenamento della giornata, Instagram e Facebook, sono fondamentali per la pratica degli sport di forza. Quando ho iniziato con il mio questionario, molte delle persone a cui è stato chiesto di partecipare si chiedevano se potevano pubblicare informazioni sulla ricerca sul blog di formazione del loro gruppo o condividere con il loro gruppo su Facebook. Ero già su Facebook, ma mi chiedevo di entrare a far parte di Instagram. Mentre mi sedevo sulla staccionata, ho sentito:

“Dovresti controllare un portale Ido!"

“Devi seguire Wim Hof, l'Uomo venuto dal ghiaccio!"

“Stai seguendo la forza iniziale?"

"Mi piacciono molto le ragazze che sollevano il potere e questo è il sollevamento pesi femminile. Sono fantastici perché capisco che alcune persone vogliono essere davvero sexy quando si allenano, ma altre no. Questi mostrano quanto sia brutto quando le donne fanno il powerlifting e [dicono che] va bene. La femminista in me è come se non fossi solo bella, non fraintendermi, mi piace avere dei glutei, ma non lo sto facendo per te."

Oltre a queste conversazioni su chi seguire, cosa visualizzare e come condividere, ho imparato rapidamente, attraverso l'esperienza personale e l'osservazione, che i telefoni e quindi le immagini ei video erano in qualche modo onnipresenti nel processo di allenamento degli sport di forza. Ho osservato i dipendenti che passeggiavano per una lezione di CrossFit scattando foto del gruppo per il sito Web e per i social media. Regolarmente, osservo un partner che riprende video o foto dell'altro mentre esegue la tecnica speciale del giorno. Prima di essere su Instagram, mi sono stati mostrati video, da altri allenamenti, di come le persone eseguivano un'abilità speciale e poi ho pubblicato questa prova sul loro account: "Guarda questo!"

Durante una delle mie sessioni di allenamento gratuite, sono stato fotografato e filmato mentre eseguivo tutti i tipi di nuove abilità: raccogliere pietre, sollevare una gomma, camminare avanti e indietro portando strane barre, pulire e premere e oscillare con kettlebell. In un'altra palestra, sono stato fotografato accovacciato, facendo pull-up, saltando la corda e camminando sulle mie mani. All'ultima lezione di prova gratuita a cui mi sono iscritto (mi sono iscritto a lot!), Ho dovuto dichiarare i miei diritti sulle immagini che la struttura mi avrebbe scattato durante il corso di prova gratuito! La palestra poteva scattare la mia foto, pubblicarla ovunque e io avevo rinunciato ai miei "diritti" su queste foto anche se non ero un membro della palestra. Infatti, in questa palestra, questa è stata la prima sezione a siglare la rinuncia, ancor prima del rischio di infortunio o responsabilità.

Ok, quindi ora ho foto di me stesso che sposto pietre pesanti e faccio pull-up. Se dovessi inviarli alla mia amica di giardinaggio, dimostrale che sarei di grande aiuto nella coltivazione del suo giardino? E il video di me che faccio i trasporti con gli agricoltori? Lo mando a mia madre, le mostro com'è fare la spesa a New York City? Ho fatto queste cose. Ma mi sono anche iscritto a Instagram e ho usato l'immagine pull-up come foto del mio profilo e ho pubblicato l'immagine di pietra nel mio feed.

Un video pubblicato da Katie Rose Hejtmanek (@maxesandprs) su

Mentre pubblicavo le mie immagini, ho fatto scorrere verso il basso per vedere quelle che seguo. Vedo un video di qualcuno da una delle mie palestre che strappa. Il suo compagno l'aveva catturato durante la lezione serale. Vedo che un'altra persona di un'altra palestra aveva pubblicato un video di se stessa accovacciata. Noto diversi video di donne che eseguono squat e stacchi tramite girlswhopowerlift: alcuni di loro di competizioni, alcuni di loro in garage di casa e alcuni di loro in palestre.

Anche se sono nuovo su Instagram, questa non è la prima volta che ho visto immagini o video di imprese fisiche abbaglianti. Ho alcuni amici di Facebook con le foto del profilo di se stessi che si allenano, fanno stacchi o si flettono. Ho visto innumerevoli video o foto di questi stessi e altri amici che eseguono imprese simili nel mio feed di notizie.

Il mio occhio antropologico culturale sta trovando uno schema: le persone coinvolte negli sport di forza si scattano foto a vicenda mentre fanno imprese fisiche. E poi li condividono con gli altri. Così? Questo non è unico per gli sport di forza, dici. Vero. Ma penso che sia una parte importante dell'attività. Penso che scattare foto significhi documentare un corpo sportivo performante. Penso anche che condividere le immagini riguardi anche la performance, una performance tra l'atleta e lo spettatore. Penso che la condivisione di queste performance crei una comunità e che la cultura degli sport di forza sia supportata da questa condivisione. Infine, penso che il significato degli sport di forza si crei e si mantenga reciprocamente attraverso la cattura del corpo performante e la condivisione di esso con gli altri.

Sport, prestazioni e corpo

Prima di entrare in quello che penso stia succedendo, diamo un'occhiata a ciò che normalmente pensiamo come prestazioni sportive. In primo luogo, pensiamo alle prestazioni sportive in termini di giochi, partite e incontri. Questi eventi vengono poi messi insieme per creare le stagioni. O mega eventi come le Olimpiadi mettono una nazione, attraverso gli atleti, contro tutte le altre. Squadre e individui (e stati-nazione?) vincere. Anche loro perdono. I record di vittorie perse e i tempi più veloci vengono tenuti per determinare chi fa i playoff, chi vince il campionato, chi ha il maggior numero di titoli del Grande Slam di sempre, il maggior numero di tiri da 3 punti in una stagione o chi è l'uomo più veloce della terra. Serena non ha vinto gli Open di Francia; vincerà i suoi 22 grandi slam a Wimbledon? Almaz Ayana ha appena ottenuto il secondo miglior tempo di sempre nei 5000m a Roma durante un incontro su pista d'élite della Diamond League. Steph Curry, i suoi 403 tiri da tre punti, i Warriors e le 73 vittorie stagionali! Potrei andare avanti .. . Abbiamo imparato a pensare alle prestazioni sportive in questo modo, come eventi ufficiali, con record e tempi in palio. Queste vittorie e sconfitte conteggiate contano per qualcosa. Fino a quando non lo faranno, quando la stagione sarà finita. Forse l'anno prossimo?

Oltre ai giochi e alle stagioni degli sport più tradizionali, spesso pensiamo alle prestazioni sportive come alla televisione. Come un albero che cade in una foresta, se un gioco non viene trasmesso in televisione, è successo davvero? Spesso gli eventi sportivi televisivi e quindi gli atleti sono professionisti o ottime squadre universitarie (qui penso alle serie mondiali di softball universitario femminile su ESPN).

Antropologi come Niko Besnier, Susan Brownell e Noel Dyck studiano sport da decenni. Scoprono che lo sport non riguarda solo l'azione umana, ciò che il corpo può fare, ma le questioni sociali che vengono illuminate attraverso queste attività. Nello specifico, come le questioni sociali vengono eseguite da un corpo. E nel caso del mondo di oggi, quel corpo performante è teletrasmesso e visto da altri, anche e soprattutto da chi non è allo stadio.

Tuttavia, questo non è ciò che sta accadendo nella quotidianità degli sport di forza su Instagram.

Una foto pubblicata da Katie Rose Hejtmanek (@maxesandprs) il

Pertanto, penso che Instagram e gli sport di forza offrano un nuovo modo di pensare al significato di corpi sportivi, prestazioni, cultura e comunità.

Quello che penso stia succedendo

Penso che la "condivisione" di foto e video di snatch, squat, muscle-up, stacchi e tutte le altre forme di abilità fisica su Instagram sia una forma di performance. A differenza dei giochi o di altre attività sportive (compresi i giochi CrossFit), l'esecuzione degli stacchi non riguarda la vittoria o la sconfitta. Non si tratta nemmeno di atleti professionisti e delle loro stagioni conteggiate. Piuttosto, penso che Instagram ci offra un nuovo modo di pensare allo sport e alle prestazioni. E questo nuovo modo dipende dalla "condivisione", dalla pubblicazione e dalla visualizzazione di immagini e video.

Prestazione

Le immagini e i video di stacchi, snatch e altre imprese fisiche riguardano le prestazioni sportive. Ho condiviso un'immagine di me che trasportavo una pietra da 110 libbre e facevo un pull-up. Il mio amico ha condiviso se stesso lo snatch, un movimento fisico molto tecnico. Queste non sono foto di cuccioli, tramonti o deliziosi pasti fatti in casa (sebbene ci siano molte di queste immagini anche sui social media). Ma le nostre immagini o video catturano prestazioni di tipo sportivo, l'uso del nostro corpo per eseguire un'impresa fisica in una palestra, per illustrare (dimostrare?) la nostra forza e per mostrare come si muovono i nostri corpi. Mentre alcune delle immagini sono di persone che si flettono, molte riguardano il movimento dei corpi, di ciò che il corpo può FARE. In questo modo, penso che la performance nell'immagine o nel video riguardi più lo sport che l'estetica.

Tuttavia, a differenza di altri spettacoli sportivi come i "giochi", queste immagini e video non riguardano la vittoria o la sconfitta. A volte riguardano i record personali (PR) o il massimo che qualcuno ha mai alzato (un massimo). Ma spesso le immagini sono un'esibizione di mosse quotidiane, scattate durante una lezione da un partner o durante una sessione di trail gratuito. Queste prestazioni dimostrano che l'individuo può fare una mossa particolare, non se ha vinto o perso. Catturiamo queste performance su pellicola e poi le condividiamo con gli altri.

Condivisione e prestazioni

La condivisione è un verbo particolarmente egualitario, attivo e sociale. Quando condividi qualcosa, ne conservi un po 'ma ne dai un po' ad altri. La condivisione include gli atti di donazione e l'inclusione di altri. Pertanto, penso che i social media consentano un modo egualitario e sociale di visualizzare le prestazioni sportive. Le persone possono scegliere chi "seguire" (non solo guardare quelli con un contratto ESPN). Le persone possono seguirti, visualizzando qualunque cosa pubblichi. Quando i miei amici di palestra, i partecipanti alla ricerca e io condividiamo le nostre immagini o video (o anche i nostri tempi per il WOD sul blog della scatola), includiamo altri nelle nostre esibizioni di imprese fisiche.

Un antropologo di nome Edward Schieffelin ha sostenuto che il significato nella performance è generato non solo attraverso i simboli (come lo snatch o il video dello snatch) ma solo attraverso l'interazione tra il performer (lo snatcher) e il pubblico (il fotografo e poi il proprio Instagram seguaci). È la pubblicazione reciproca, la visualizzazione e la condivisione egualitaria che crea il significato delle prestazioni degli sport di forza su Instagram. E il significato della performance è creare e mantenere una comunità di altri che la pensano allo stesso modo.

Condivisione e costruzione di cultura e comunità

È attraverso la condivisione di video e foto - e quindi attraverso Instagram come un canale di ciò - che viene creata una più ampia comunità di atleti e partecipanti di sport di forza (per ulteriori informazioni sulle prestazioni fisiche e culturali, controlla l'articolo di Mariann Vaczi su American Ethnologist). Chi segui, chi ti piace, cosa visualizzi e cosa pubblichi sono tutti aspetti della condivisione delle prestazioni degli sport di forza.  È attraverso la condivisione di queste performance catturate su pellicola e l'atto di condividere queste immagini che si costruisce e si mantiene un significato comunitario e culturale più ampio. E viceversa, le comunità che si creano attraverso i social media danno un significato alle immagini degli stacchi o alla performance culturale degli sport di forza

Questo è il motivo per cui mi è stato chiesto "Sei su Instagram?"Ed è per questo che ora la mia risposta è:" Sì!"

Nota dell'editore: questo articolo è un editoriale. Le opinioni qui espresse sono gli autori e non riflettono necessariamente le opinioni di BarBend. Reclami, affermazioni, opinioni e citazioni sono state fornite esclusivamente dall'autore.

Foto: Siem Photography


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.