Cosa significano davvero i tagli delle quote olimpiche per i sollevatori di pesi e i fan

2360
Jeffry Parrish
Cosa significano davvero i tagli delle quote olimpiche per i sollevatori di pesi e i fan

Nel dicembre del 2020, il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha emesso nuove linee guida per le quote di atleti ai Giochi Olimpici di Parigi 2024. Continuando un precedente stabilito negli ultimi cinque anni, il numero di slot per gli atleti per l'evento di sollevamento pesi è stato ridotto a 120, rispetto ai 196 consentiti a Tokyo. Questa è la rappresentazione più bassa per lo sport dal 1956 e può creare risultati problematici per gli atleti che desiderano competere ai Giochi.

Dal 2016, il CIO ha esaminato lo status del sollevamento pesi come evento olimpico a causa di un numero insolitamente elevato di sospensioni di farmaci che migliorano le prestazioni nello sport. I recenti tentativi di riformare l'immagine dello sport da parte della International Weightlifting Federation (IWF) sono stati considerati casuali dagli organi di governo di molti paesi.

Il 29 gennaio, la Federazione europea di sollevamento pesi (EWF) ha emesso un comunicato stampa affermando di temere che la dimostrazione di mancanza di comprensione all'interno del comitato esecutivo dell'IWF possa essere un messaggio disastroso per il mondo."Lo stesso CIO ha mantenuto la propria posizione secondo cui la prevalenza dell'abuso di droghe nell'ambito dell'IWF solleva" la questione del sollevamento pesi nel programma dei Giochi Olimpici."

Immagine: Will Breault, BarbellStories

[Correlato: Federazione europea di sollevamento pesi "delusa" dalle modifiche alle regole antidoping]

Tale contraccolpo pubblico, insieme alla pubblicazione di un pungente rapporto sulle turbolenze all'interno dell'IWF rilasciato nell'estate 2020, hanno gravemente danneggiato la reputazione dell'organizzazione agli occhi di coloro che supervisionano i Giochi. Tuttavia, sono gli atleti ei loro allenatori che dovranno affrontare ulteriori conseguenze e sfide a causa delle restrizioni del Comitato.

Qualificazione e preparazione

La qualificazione olimpica è un processo lungo e arduo per qualsiasi atleta, indipendentemente dallo sport. Le modifiche alla struttura dei Giochi possono influenzare il modo in cui i sollevatori di pesi si preparano anche anni prima. I sollevatori di pesi ei loro allenatori in lizza per la selezione olimpica monitorano attentamente il clima burocratico per eventuali sviluppi che potrebbero influenzare i loro piani.

Negli Stati Uniti, la riduzione degli slot per gli atleti a Parigi significherà probabilmente una valutazione più rigorosa del talento da parte di USA Weightlifting (USAW). Già gravati dagli sconvolgimenti della pandemia COVD-19, gli USAW potrebbero essere costretti a essere più selettivi con il proprio tempo e le proprie risorse nel breve triennio tra Tokyo e Parigi.

Per gli atleti che sperano di competere nel 2024, un processo di selezione più competitivo da parte del loro organo di governo può accelerare i loro piani di allenamento, alterare il programma delle gare o entrambi. Le reazioni dei potenziali concorrenti ai cambiamenti in corso nella struttura olimpica sono state contrastanti, sebbene alcuni abbiano accolto la sfida.

"Il fatto che [la selezione olimpica] sia più competitiva è solo carburante per il fuoco", afferma Meredith Alwine, campionessa nazionale USAW 2020 nella divisione 71 kg femminile e speranza per Parigi 2024. “L'anno scorso i miei punti ROBI hanno subito un duro colpo, ma sono pronto per allenarmi e gareggiare di nuovo ai massimi livelli."

Gli atleti che non sono stati in grado di accumulare punti ROBI sufficienti - la `` valuta '' di qualificazione utilizzata dalle federazioni di sollevamento pesi come metrica delle prestazioni - per essere selezionati per Tokyo 2021 potrebbero trovarsi a competere più frequentemente negli anni precedenti a Parigi per assicurarsi una posizione nella squadra. Un programma di gare più impegnativo riduce il prezioso tempo di allenamento richiesto dai sollevatori di pesi di alto livello per fare progressi significativi e può essere potenzialmente dannoso.

Immagine: Will Breault, BarbellStories

“Il problema più ovvio [con una maggiore frequenza di competizione] è il burnout dovuto al viaggio costante, al sollevamento pesante e allo stress. Mi sento già come se avessi difficoltà a trovare abbastanza tempo per affrontare un ciclo di allenamento completo che sarebbe l'ideale per la preparazione delle competizioni ", afferma Katherine Nye, campionessa del mondo IWF 2019 e una delle principali contendenti USAW per la medaglia a Tokyo.

Inoltre, gli atleti che praticano questo sport da diversi anni potrebbero dover affrontare alcune dure verità sul loro ruolo nel sollevamento pesi. È possibile che, dovendo schierare una squadra più piccola rispetto agli anni precedenti, molti organi di governo scelgano di inclinarsi verso gli atleti più giovani che possono gestire un ciclo preparatorio più intenso e sono generalmente meno inclini a gravi infortuni.

Paesi come la Cina che mantengono processi di selezione rigorosi e orientati alle medaglie potrebbero finire per mettere da parte alcuni dei loro veterani competitivi al posto di atleti più giovani e risoluti.

Ulteriori conseguenze

Mentre gli atleti stessi soffrono maggiormente i tagli, un evento di sollevamento pesi più piccolo a Parigi danneggia senza dubbio anche l'esperienza degli spettatori e dei fan. Un evento più piccolo e più `` esclusivo '' potrebbe significare battaglie più serrate per la posizione sul podio e un'esperienza visiva più interessante, ma non senza inconvenienti tangenziali. Un minor numero di atleti che gareggiano nel sollevamento pesi significherà meno tempo in aria per lo sport, probabilmente diminuendo l'esposizione a un pubblico più ampio che è necessario affinché prospera negli anni tra i Giochi stessi.

Per gli atleti e gli allenatori che aspirano a competere un giorno alle Olimpiadi, Parigi 2024 rappresenta il processo di selezione più competitivo finora; una conseguenza che i sollevatori di pesi dedicati e senza droghe dovranno subire a causa della negligenza e della scarsa sportività dei loro coetanei. La riduzione della presenza del sollevamento pesi nei Giochi del 2024 è una deplorevole conseguenza della corruzione burocratica e del controllo del CIO. Gli atleti di sollevamento pesi devono affrontare programmi di qualificazione accelerati e una preparazione più impegnativa, oltre a una valutazione più intensa da parte dei loro organi di governo, il cui obiettivo principale è spesso raggiungere il prestigio internazionale nello sport ad ogni costo.

Tra le ripercussioni della pandemia COVD-19 e gli ultimatum strutturali del CIO, la forma e la presenza del sollevamento pesi sia a Tokyo che a Parigi rimangono poco chiare. Mentre atleti e allenatori sono determinati a competere sul palcoscenico più prestigioso del mondo, è chiaro che devono affrontare una battaglia in salita. Fortunatamente, i sogni olimpici non sono facilmente smorzati e gli atleti continueranno ad affrontare queste sfide a testa alta.

Immagine in primo piano per gentile concessione di Will Breault, BarbellStories

Nota del redattore: BarBend è il media partner ufficiale di USAW Weightlifting. Le due organizzazioni mantengono l'indipendenza editoriale se non diversamente specificato nei contenuti dei partner selezionati.


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.