USA Powerlifting insoddisfatti del mandato 2021 dell'IPF di essere conforme alla WADA

2328
Jeffry Parrish
USA Powerlifting insoddisfatti del mandato 2021 dell'IPF di essere conforme alla WADA

Il 15 aprile 2021, USA Powerlifting (USAPL) ha pubblicato su Instagram, rivelando problemi con la politica antidoping 2021 della International Powerlifting Federation (IPF). Per il contesto, l'IPF è l'organo di governo internazionale del powerlifting sotto cui opera USAPL. Secondo il post di Instagram, USAPL afferma che l'IPF impone che "tutte le nazioni, a ogni livello" gestite dall'IPF siano conformi alla World Anti-Doping Agency (WADA).

[Correlato: USAPL annuncia le categorie Adaptive, MX, Para Bench e Raw With Wraps]

Secondo USAPL, tutti i test devono avvenire tramite la WADA e quella federazione sotto l'IPF. Secondo il post di USAPL, le federazioni non hanno input su chi viene testato e non vengono informate di alcuna esenzione per uso terapeutico (TUE). Nel suo post, USAPL ha delineato i principali modi in cui ritiene che questo abbia un impatto sulla loro organizzazione:

  • Costi del test: USAPL afferma che il costo per test aumenterà di 20 volte, limitando fortemente il numero di test che possono somministrare. Dicono che questo nuovo mandato comporterà un calo del numero di test di USAPL da 2.500 test annuali a 200 in oltre 400 competizioni.
  • Elaborazione TUE: "Verranno elaborate esenzioni per uso terapeutico che potrebbero essere in contrasto con le linee guida USA Powerlifting, ad esempio l'integrazione di testosterone", ha scritto USAPL nella didascalia del suo post. "Non saremo informati di tali TUE e coloro che utilizzano sostanze vietate da USA Powerlifting saranno dichiarati idonei a competere. In breve, o gli sforzi per mantenere una piattaforma pulita saranno resi obsoleti."
  • Record: “I record non verranno testati a meno che non siano inclusi nel piano di test progettato e implementato da agenzie esterne. Loro [l'IPF e la WADA] non accettano il nostro contributo."
  • Finanze: Secondo USAPL, il nuovo costo dei test "prenderà circa il 50% delle nostre riserve di cassa il primo anno ... Non è chiaro se possiamo far fronte a tali costi negli anni successivi anche se non manteniamo le riserve di liquidità."

[Correlato: cosa devi sapere su come aumentare la forza]

Fondata nel 1972, l'IPF ha 133 federazioni membri (al 7 aprile 2021) ed è firmataria del Codice mondiale antidoping. Secondo il loro sito web:

“Le regole anti-doping dell'IPF [in vigore da gen. 1, 2021] si applicano all'IPF, a ciascuna delle sue federazioni regionali, federazioni nazionali, atleti, personale di supporto degli atleti e altre persone, ciascuna delle quali è considerata, come condizione per la propria iscrizione, accreditamento e / o partecipazione allo sport di powerlifting per aver accettato di essere vincolato da queste Regole Antidoping."

USAPL e IPF non si sono sempre visti negli occhi. Nell'aprile del 2020, USAPL ha presentato un reclamo alla Corte di giustizia dell'IPF perché l'IPF non riconosceva i record mondiali USAPL stabiliti all'Arnold Sports Festival del 2020, come il 331 di Ashton Rouska.Squat da 5 chilogrammi e 880.9 chilogrammi in totale nella classe di peso da 93 chilogrammi. L'IPF afferma che USAPL e la North American Powerlifting Federation non hanno chiesto sanzioni all'IPF. (Affinché un record mondiale sia valido, deve essere fatto in una competizione autorizzata dall'IPF.)

Il feb. 15, 2021, USAPL ha rivelato che il suo ricorso contro l'IPF passerà alla Corte di Arbitrato per lo Sport (CAS).

Questa storia è in fase di sviluppo e questo articolo verrà aggiornato man mano che emergeranno ulteriori informazioni. BarBend ha contattato l'IPF per un commento. Non hanno ancora risposto al momento in cui questo articolo è stato scritto.

Immagine in primo piano: @theipf su Instagram


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.