Questa volta, individuo che si mette al passo con i giochi CrossFit Rookie Rasmus Andersen

4755
Michael Shaw

Quando senti il ​​suo nome, Rasmus Andersen difficilmente suona come un principiante di CrossFit Games. Era un membro del team CrossFit Invictus vincitore dei giochi nel 2014, ed è stato in cima alle classifiche Open da alcuni anni ormai. Dopo essersi trasferito a San Diego dalla sua nativa Danimarca, Andersen si è allenato in gran parte con CJ Martin mentre lavorava per diventare un atleta CrossFit Games individuale.

Anche se nel 2015 ha perso la qualificazione al California Super Regional, quest'anno è stata una storia diversa. Ho incontrato Rasmus per parlare di cosa ha fatto di diverso in questa stagione e di cosa si aspetta nel suo primo anno come concorrente individuale a Carson.

1. Cosa hai cambiato quest'anno in allenamento?

Ho cambiato alcune cose quest'anno rispetto all'anno scorso. Prima di tutto ho deciso di divertirmi di più quest'anno e godermi un po 'di più la vita al di fuori del CrossFit. Sembra un piano terribile quando il tuo obiettivo è qualificarti per i Giochi, ma sono andato avanti e indietro per così tanto tempo che quest'anno ho sentito che le cose dovevano solo essere divertenti per mantenere lo stesso alto volume di allenamento. Ho ricevuto molto aiuto dal mio allenatore CJ Martin e molta guida, ma ho deciso di seguire il suo programma solo vagamente e mescolarlo con altre cose che pensavo fossero più divertenti. Molto probabilmente tornerò di nuovo al suo programma al 100% ad un certo punto, dal momento che è semplicemente molto più intelligente di me quando si tratta di programmazione, devo solo essere pronto per questo.

Un'altra cosa importante che ho cambiato quest'anno è stata lavorare con un nutrizionista. Ho contattato Adee di Working Against Gravity ed è stata assolutamente fantastica! Ho perso molto peso ma ho anche ottenuto una migliore nutrizione per le prestazioni dopo aver lavorato con lei. Sono stato molto più snello e leggero quest'anno rispetto alle Regionali dello scorso anno, il che ha reso le cose molto più semplici.

Una foto pubblicata da Rasmus Wisbech Andersen (@rasmuswandersen) il

Infine sono passato ai Regionali molto più calmi e rilassati quest'anno. Non ero così nervoso e questa volta ho potuto godermi molto di più il weekend. Penso che il fatto che il mio battito cardiaco fosse abbastanza calmo, rilassato e sapessi cosa aspettarmi mi ha aiutato molto rispetto allo scorso anno, dove il mio battito cardiaco era al di sopra del tetto anche prima del check-in.

2. Cosa hai sacrificato per portare il tuo gioco al livello successivo?

Ad essere onesto non ho fatto molti sacrifici per trasferirmi a San Diego per essere un concorrente a tempo pieno. La California è assolutamente fantastica e ogni singola persona che ho incontrato all'interno della comunità CrossFit - che sia all'Invictus o in qualsiasi altra palestra in cui vado - è stata incredibilmente amichevole e gentile con me. Ancora una volta, le spiagge, il bel tempo tutto l'anno e i buoni ristoranti rendono le cose più facili.

Ovviamente ho fatto un grande sacrificio e questo non è più vedere la mia famiglia e gli amici intimi molto spesso. All'inizio non era un grosso problema, ma ora dopo quasi 3 anni a San Diego comincio a sentirne la mancanza sempre di più. Li vedo solo circa due volte all'anno, quindi è difficile in certi momenti e vorrei che potesse essere diverso.

3. Hai un allenatore? Se è così, chi e com'è la tua relazione?

CJ Martin è un grande allenatore! È un uomo impegnato ma la sua esperienza e conoscenza è difficile da trovare altrove.
Ancora una volta ho mescolato il suo programma con alcuni dei miei quest'anno, ma è sempre bello potergli fare tutte le domande che ho in mente e ottenere una seconda opinione. Ho imparato molto da lui e imparo continuamente di cui sono molto grato!

4. Quali sono le tue aspettative per i Giochi?

Ad essere onesti, quest'anno non ho fissato alcuna aspettativa in termini di luogo per i Giochi. Alcune persone probabilmente mi diranno che è una pessima idea non fissare un obiettivo, ma per me l'obiettivo principale degli ultimi 5 o 6 anni è stato proprio quello di realizzare i Giochi come singolo concorrente. È un enorme sollievo che sia finalmente successo e sono davvero felice ed emozionato.

Il mio obiettivo per i Giochi è godermi ogni singolo momento e divertirmi il più possibile. Ovviamente farò del mio meglio per piazzarmi il più in alto possibile, ma l'obiettivo è solo quello di rilassarmi e divertirmi. Il prossimo anno rifletterò sui risultati di quest'anno e fisserò obiettivi diversi per il 2017 con l'aspettativa di finire più in alto ai Giochi e diventare ancora migliore.

5. Per cosa sei più eccitato come nuovo atleta di Games?

Non riesco a trovare solo una cosa per cui sono più eccitato. Sono entusiasta di ogni singola cosa e sono come un bambino a Natale che non vede l'ora dei regali. Onestamente sono super entusiasta di tutto, dal camminare al mio primo evento, gareggiare nell'arena del tennis, spingere i miei limiti, competere con la mia ragazza e i miei amici, essere al centro della comunità e solo divertirmi.

6.  Che aspetto ha la tua dieta?

Sto ancora lavorando con Adee di Working Against Gravity e lei mi sta dando delle macro che sto seguendo. Devo ammettere che mi sono preso una pausa dalle macro dopo le regionali e ora ci sto tornando completamente. Mi sono goduto 1 settimana di mangiare davvero male dopo i Regionali, poi altre 3 settimane di mangiare sano ma senza seguire i miei macro e ora sono tornato a seguirli rigorosamente fino ai Giochi.

Amo mangiare secondo i macro perché mi permette di mangiare in modo diverso ogni singolo giorno ma allo stesso tempo raggiungere lo stesso numero di carboidrati, grassi e proteine ​​alla fine della giornata.

7. Chi è il tuo CrossFitter preferito?

Mio fratello sta facendo CrossFit e sono amico di molti altri CrossFitters davvero bravi e li ammiro tutti, ma il mio CrossFitter preferito deve essere la mia ragazza Lauren Fisher. Oltre ad essere un'atleta fantastica, è una persona davvero simpatica e mi aiuta con tutto dentro e fuori CrossFit. Inoltre penso che sarebbe arrabbiata con me se non la dicessi 😉


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.