L'unico consiglio che si applica a ogni atleta CrossFit

952
Jeffry Parrish
L'unico consiglio che si applica a ogni atleta CrossFit

Controlla ciò che puoi controllare. Sembra così semplice, ma quante volte ti preoccupi di cose che davvero non hai la capacità di cambiare? Prendi qualcosa di semplice come andare o tornare dal lavoro. Quanto ti arrabbi quando entri nel traffico? Arrabbiarsi e frustrarsi renderà le cose migliori? No di certo. È semplice e può anche sembrare sciocco, ma è il file giusto risposta.

Ora parliamo di fitness, perché è quello che conta davvero per noi. Come si applica il "controllo" al tuo allenamento? Come puoi restringere la tua attenzione per permetterti di ottenere il massimo da ciò che stai facendo in questo momento? Devi concentrarti su ciò che puoi controllare e l'unica cosa che puoi davvero controllare è lo sforzo che fai.

Un video pubblicato da Trevor James (@ trev_james92) su

Nel 2014, il North East CrossFit Regional è sempre stato una testimonianza di questo fatto perché l'evento si è svolto all'aperto presso la sede centrale di Reebok. (L'evento è stato spostato all'interno per la prima volta nel 2015.) Ho adorato questo aspetto della competizione. Indipendentemente da sole, pioggia, freddo o caldo, abbiamo gareggiato. HQ ha fatto del suo meglio per adattarsi in caso di pioggia, ma se sei uscito e ha iniziato a piovere durante il tuo caldo, non c'era niente che tu potessi fare al riguardo.

Uno dei miei ricordi preferiti delle Regionali è dell'evento finale del 2013: 4 round di 2 salite su corda, 100 sprint a piedi, 4 squat clean a 225 libbre e un altro 100 piedi sprint di ritorno alla corda. Ero un grande fan di tutti questi movimenti, ma dopo due minuti dal mio caldo ha iniziato a piovere.

Non mi ha infastidito finché non sono quasi caduto dalla corda da circa 10 piedi da terra. Normalmente, non penserei molto a una scivolata del genere, ma quando ho sentito le persone tra la folla ansimare, il mio battito cardiaco è salito alle stelle. Era l'ultimo allenamento del fine settimana e il mio corpo era insensibile alle emozioni. Mi sono reso conto che le condizioni sono le stesse per tutti, quindi avevo bisogno di controllare ciò che potevo controllare. Più gesso, presa più stretta, salto più grande.

Un video pubblicato da Trevor James (@ trev_james92) su

L'allenamento è terminato, ho concluso in 4:54, abbastanza buono per il 5 ° posto assoluto dietro a Daniel Tyminski, Austin Malleolo, Mat Fraser e Spencer Hendel. Non è una cattiva compagnia da tenere!

Quel giorno non ho potuto controllare il tempo, ma ho potuto controllare lo sforzo che ho fatto. Lo sforzo non ha vincoli di tempo o funziona solo a determinate percentuali. È qualcosa dentro di te su cui investire durante le parti difficili del tuo allenamento. Tutto nel passato non ha importanza perché non puoi controllare il passato. Sei qui adesso, e la barra deve essere sollevata o la corda deve essere arrampicata.

Impara a controllare il tuo sforzo e alcuni giorni sarai ricompensato con un nuovo PR o padronanza di un movimento. Altri giorni, ti darà la soddisfazione di sapere che hai fatto del tuo meglio. Alla fine della giornata, è tutto ciò che possiamo chiedere.

Nota dell'editore: questo articolo è un editoriale. Le opinioni qui espresse sono gli autori e non riflettono necessariamente le opinioni di BarBend. Reclami, affermazioni, opinioni e citazioni sono state fornite esclusivamente dall'autore.


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.