Le 8 prove di forza più toste del mondo antico

3849
Vovich Geniusovich
Le 8 prove di forza più toste del mondo antico

Sin dall'alba dei tempi, le culture di tutto il mondo hanno equiparato la forza alla bellezza.

Ecco alcuni dei nostri eroi preferiti del mondo antico, uomini che non erano noti solo per la loro abilità in battaglia (ce n'erano molti), ma per la loro forza fenomenale.

Immagine tramite Matt Brown, con licenza CC BY 2.0

8) Milo di Crotone: correre un miglio con un bue sulle spalle

Uno dei più famosi campioni di wrestling dell'antica Grecia, alcuni dicono che Milo sia l'inventore dell'allenamento progressivo della forza, grazie alla sua abitudine di sollevare un toro in crescita ogni giorno.

Correndo un miglio con un bue intorno alle spalle potrebbe sembra impossibile, ma dicono che Milo mangiava quaranta libbre di carne e pane ogni pasto, quindi ehi, forse avrebbe potuto farcela. Si dice anche che abbia salvato la vita di Pitagora amante dei triangoli tenendo il tetto di un tempio che crolla mentre il filosofo correva verso la salvezza. Secondo quanto riferito, è morto dopo essere rimasto bloccato su un albero che stava cercando di fare a pezzi e essere stato mangiato dai lupi.

7) Maximinus Thrax: Punzonatura di un mulo

Gli storici sono abbastanza sicuri che questo famoso enorme imperatore romano soffrisse di gigantismo, una condizione che deriva dal cervello che produce troppo ormone della crescita. (Le sue statue presentano un evidente rigonfiamento sul viso, che è un sintomo.)

Un sacco di storie alte circondano Massimino, con rapporti che era alto più di otto piedi, consumava diciotto bottiglie di vino a ogni pasto e schiacciava pietre nei suoi pugni, ma la nostra impresa preferita deve essere il fatto che era noto per aver tirato fuori un mulo per dimostrare la sua forza. Povero idiota.

6) Bybon: pressatura sopraelevata a braccio singolo 316 libbre

Tutto ciò che sappiamo veramente dell'antico sollevatore greco Bybon è l'enorme blocco di arenaria che è stato trovato ad Olimpia con un manico scolpito nel suo lato. In alto, portava un'iscrizione: "Bybon, figlio di Phola, mi ha sollevato sopra la sua testa con una mano."

Alcuni storici lo prendono davvero sul serio, sostenendo che Bybon potrebbe averlo sollevato con due mani e sollevato con una. Oggi puoi controllare la vera pietra al Museo Archeologico di Olimpia.

5) Eumastas: Deadlifting 1.060 libbre

Quando gli archeologi hanno scoperto un enorme masso sull'isola greca di Thera, hanno notato qualcosa di insolito. Risalente al VI secolo a.C.C., la pietra recava un'iscrizione che era abbastanza simile a quella di Bybon: "Eumastas, il figlio di Critobulus, mi ha sollevato da terra."

Che si tratti di un sollevamento ai fianchi o semplicemente di spostarlo da terra, è un'impresa piuttosto notevole. Poi di nuovo, devi prima credere che i graffi su un vecchio masso costituiscono un record ufficiale di sollevamento.

4) Ercole: pulire la cacca di 300 cavalli

Dopo aver commesso alcuni peccati piuttosto gravi, Ercole ha chiesto perdono agli dei e hanno detto certo, basta passare dodici anni a completare dodici compiti impossibili.

Le fatiche di Ercole prevedevano l'uccisione delle idre e la cattura di un cane demone a tre teste, ma la cosa più difficile doveva essere stata la pulizia delle stalle di Augia, che ospitavano un migliaio di bovini e non venivano pulite da trent'anni. A peggiorare le cose, erano "divinamente sani", il che per qualche motivo significava che facevano la cacca molto più della tua mucca media.

Riuscì, usando la sua forza, a scavare trincee in due fiumi e a dirigerli direttamente attraverso le stalle. Parla della forza funzionale.

3) Sansone: abbattendo un tempio di pietra

L'incredibile Hulk della Bibbia, Sansone è spesso ricordato per il tempo in cui uccise mille uomini con la mascella di un asino, ma dopo aver perso le forze a causa di un brutto taglio di capelli, le cose sembravano piuttosto cupe.

I Filistei lo catturarono e lo portarono al tempio dove stavano celebrando il suo arresto, l'obiettivo era che un Sansone umiliato offrisse intrattenimento alle truppe. Invece, ha perforato i pilastri centrali, ha abbattuto il tetto e ha schiacciato tutti a morte.

2) Badang: tiro con 37 tonnellate

Originario dell'antica Singapore, Badang era lo schiavo più debole di una fattoria indonesiana fino a quando non catturò uno spirito dell'acqua che gli diede una forza sovrumana. (Ha dovuto prima mangiare pile e pile di vomito pieno di pesci dello spirito, quindi probabilmente meritava la sua ricompensa.) Le voci sulla sua forza si diffusero in lungo e in largo, e un re indiano inviò il suo uomo forte preferito per sfidare Badang.

Secondo la leggenda, l'uomo forte ha staccato una gigantesca lastra di arenaria in ginocchio in una gara. (Nessun rappresentante!) In risposta, Badang lo pulì e lo scagliò nella foce del fiume Singapore.

Quella che si crede sia la pietra di Singapore fu trovata nel fiume Singapore nel 1819, ricoperta da un alfabeto misterioso e indecifrabile. Date le sue misure, pesava circa trentasette tonnellate. Oggi una parte di essa è esposta nel Museo Nazionale di Singapore, dove è stata dichiarata reliquia storica.

1) Karna: sostenendo l'intero universo

Karna era un guerriero noto per aver sempre seguito il codice d'onore, ma la sua forza intimidiva gli dei, che gli lanciavano costantemente maledizioni. Durante una battaglia descritta nel poema epico indiano Mahabharata, Karna scoccò frecce con una forza sufficiente da riuscire a fermare e invertire l'avanzata di un carro nemico.

Oh, ed era guidato dal dio Vishnu, quindi il carro pesava quanto l'intero universo. Certo, anche l'arco è stato creato dagli dei, ma è comunque una forza di trazione orizzontale piuttosto dannatamente seria.

Abbiamo lasciato fuori qualcuno? Fateci sapere nei commenti qui sotto!

Immagine in primo piano tramite NDPeeps su YouTube.


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.