Talakhadze e Kashirina stabiliscono record nell'ultimo giorno dei campionati europei di sollevamento pesi

1015
Joseph Hudson
Talakhadze e Kashirina stabiliscono record nell'ultimo giorno dei campionati europei di sollevamento pesi

Nell'ultimo giorno dei Campionati Europei di sollevamento pesi 2019 a Batumi, in Georgia, i due campioni del mondo dei pesi super pesanti hanno dato spettacolo e hanno inviato un semplice messaggio: sono in dirittura d'arrivo per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 e si aspettano di essere campioni.

Tatiana Kashirina

La giornata è iniziata con Tatiana Kashirina. La 5 volte campionessa del mondo e medaglia d'argento olimpica 2012 ha vinto la sua ottava corona europea in una gara dominante. Ha avuto successo in 5 dei suoi 6 tentativi, tra cui uno strappo di 146 kg (321 lb), Clean & Jerk di 185 kg (407 lb) e un totale di 331 kg (728 lb). Nel processo, ha resettato i suoi record mondiali esistenti nello strappo e nel totale di 1 kg, e ha legato il suo attuale record mondiale, che ha stabilito 5 mesi fa ai Campionati del mondo 2018 in Turkmenistan.

Questo ha segnato una sorta di rimonta per Kashirina, che ha gareggiato l'ultima volta a febbraio alla Coppa del Mondo IWF in Cina. Un apparente infortunio alla schiena l'ha portata a un totale di SOLO 323 kg, dove si è classificata terza dietro la superstar cinese Meng Suping e l'imminente atleta junior Li Wenwen.

Un risultato eccellente è stato necessario per avviare il processo di giustificazione verso il suo ormeggio olimpico 2020. La Russia sta affrontando la realtà che avrà solo 1 atleta maschio e 1 femmina nel sollevamento pesi olimpico sulla base dei risultati della rianalisi dei test antidroga dai Giochi Olimpici del 2008. Si trovano nelle stesse situazioni delle federazioni di sollevamento pesi di Kazakistan, Azerbaigian, Bielorussia e Armenia.

Certo, i suoi numeri complessivi erano in calo rispetto ai Mondiali del 2014, dove ha sollevato un enorme totale di 348 kg su sollevamenti di 155 kg nello snatch e 193 kg nel clean & jerk. Tuttavia, con circa 15 mesi fino ai Giochi Olimpici, ha rimosso molti dubbi su chi merita quel posto olimpico.

Lasha Talakhadze

La giornata si è conclusa con la sessione più attesa della competizione: la categoria dei pesi massimi maschili e il campione mondiale e olimpico in carica del paese di origine, Lasha Talakhadze. Anche prima dell'inizio della sessione, il sito web della European Weightlifting Federation, che aveva trasmesso in streaming le sessioni B&C e che mostrava un quadro di valutazione in tempo reale, si è bloccato a causa del traffico intenso sul sito. L'allenatore russo Kazbek Zoloev ha trasmesso l'evento in streaming su Instagram con molti grandi ascensori rimanenti (inclusa tutta la competizione di Lasha).

Il 25enne Talakhadze ha vinto facilmente il suo 4 ° Campionato Europeo insieme ai suoi 3 titoli mondiali e alla medaglia d'oro olimpica 2016. Avendo bisogno di solo 4 tentativi, ha concluso la giornata con uno snatch di 218 kg (480 libbre), 260 kg (572 libbre) Clean & Jerk e 478 kg (1045 libbre) totali. Ha terminato la sua competizione con 2 nuovi record mondiali: un aumento di 3 kg al proprio record nel Clean & Jerk e un aumento di 1 kg al proprio record nel totale, entrambi stabiliti ai Campionati del mondo 2018 in Turkmenistan.

Talakhadze continua a fare la storia con ogni competizione a cui fa parte. Possiede lo snatch più pesante nella storia del mondo con 220 kg, che ha fissato ai Campionati del mondo 2017 ad Anaheim.

In quei Campionati del Mondo 2017, ha totalizzato 477 kg, che era il più grande totale di sempre nella storia di questo sport prima della sua esibizione a Batumi. Comprese le Olimpiadi del 2016, ha totalizzato 470 kg o più in 4 competizioni. La parte spaventosa per il resto della categoria dei pesi massimi è che il campione sembra facilmente buono per un totale più grande.

Nel clean and jerk, 260 kg sono solo 4KG in meno rispetto al più grande ascensore ufficiale nella competizione internazionale. Il record non ufficiale di 266 kg è detenuto dal campione olimpico sovietico / bielorusso Leonid Taranenko, che lo ha ottenuto nel 1988 in una competizione a inviti in Australia. Nel modo in cui Talakhadze ha gareggiato oggi, questi ascensori sembrano a una distanza notevole per lui ai Campionati del Mondo 2019 in Thailandia o molto probabilmente sul palco più grande di tutti, i Giochi Olimpici di Tokyo del 2020.

Immagine in primo piano: @iwfnet su Instagram


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.