South Brooklyn Weightlifting Club è fondamentalmente Barbell Disneyland

2424
Lesley Flynn

Nascosta in uno stretto magazzino ai margini di Gowanus a Brooklyn esiste una palestra diversa dalla maggior parte delle altre a New York City. Niente spogliatoi in marmo. Niente docce. Nessun tapis roulant.

Il "caffè" non è altro che un bidone pieno di vermi gommosi e un frigorifero delle dimensioni di un college rifornito di Kill Cliff. Non c'è fontana d'acqua, ma c'è una pila di bicchieri di plastica disponibili ... a patto che li lavi e li asciughi dopo l'uso.

Gli unici colori vivaci provengono da più set di piatti Eleiko lucidati e da un corridoio di tappeto erboso verde brillante che corre lungo il centro della stanza, entrambi spiccano tra le piastre da allenamento nere e i pesi liberi.

Questo è il South Brooklyn Weightlifting Club, l'unico dedicato al sollevamento pesi olimpico di New York City e palestra di powerlifting. Fondata e gestita dalla coppia di sollevamento pesi Paulie e Becca Steinman, SBWC è il tipo di palestra di cui i tuoi nonni potrebbero aver fatto parte. La sua semplicità si distingue in un mondo di scatole CrossFit sudate e mega catene lucenti, ma per coloro che cercano di concentrarsi sul sollevamento, è fondamentalmente Disneyland con bilanciere.

Mi sono seduto con Paulie e Becca per parlare di come gestire una palestra "dinosauro" a New York, cosa rende un grande sollevatore di pesi e perché dovresti provare il powerlifting.

-

Brooke: Prima che voi gestiste SBWC, possedevate un impianto di serigrafia e vi dilettavate con CrossFit. Come sei passato dalle magliette agli squat?

Paulie Steinman: Avevamo un po 'di spazio in più nel nostro impianto di serigrafia a Red Hook, quindi ho preso un rack e ho ottenuto la certificazione con Starting Strength e quant'altro.

È una storia tipica di questi tempi. Un gruppo di amici ha iniziato a venire e ad allenarsi, poi ho iniziato a formare le persone in modo più formale, al punto che abbiamo continuato ad espandere la nostra impronta. Circa quattro anni e mezzo fa, abbiamo deciso di fare questo a tempo pieno e di venire [in questo quartiere] ed essere più accessibili rispetto a Red Hook.

Brooke: C'erano delle riserve sul fare di questa tua carriera a tempo pieno?

Paulie: Non so quali siano le prenotazioni, ma c'era sicuramente paura. Eravamo chiari che l'avremmo fatto, ma non sapevamo come avremmo sostenuto per più di un paio di mesi se non fossimo cresciuti. Era fare o morire.

Brooke: Come hai trovato i clienti?

Becca Steinman: Era un sacco di passaparola, avevamo già formato un paio di altre persone, quindi c'era un buon gruppo dedicato. Onestamente, le persone stavano iniziando a cercare sollevamento, powerlifting o sollevamento pesi, quindi ci hanno trovato. Non abbiamo fatto pubblicità, di per sé.

Paulie: Penso che nello schema delle palestre in garage a New York, ora siamo una specie di dinosauri. Siamo in attività da sei anni, in questa location da quattro, e le cose sono cambiate molto. Quando abbiamo iniziato, non c'era uno sbocco. Se qualcuno era coinvolto con CrossFit, era periferico per loro fare sollevamento pesi o powerlifting.

Nel tempo in cui siamo stati aperti, molte palestre CrossFit hanno programmi di sollevamento pesi dedicati. Alcuni di loro hanno programmi di forza o powerlifting, ma è qui che eccelliamo e ci differenziamo in questi giorni - con il powerlifting. Non credo che CrossFit tocchi il powerlifting tanto quanto il sollevamento pesi.

Brooke: Quando lo fanno, fa parte della programmazione CrossFit. Fai una panchina una volta ogni sei mesi e non c'è tecnica coinvolta oltre a quella che l'allenatore conosce dal corso base.

Paulie: È divertente perché una delle cose che sentiamo è che la gente dice: "Adoro la sfida del sollevamento pesi."Dirò loro, il powerlifting è altrettanto tecnico. Dagli Un colpo. Di solito dopo un paio di settimane, le persone sono molto sorprese dal modo in cui il powerlifting tecnico deve essere eseguito correttamente. La capacità di spostare un sacco di peso in modo sicuro, sia nel powerlifting che nel sollevamento pesi.

Una foto pubblicata da S Brooklyn Weightlifting Club (@southbrooklynwc) il

Brooke: È come uno swing da golf. Sembra così semplice.

Paulie: Giusto.

Becca: In CrossFit [tecnica perfetta] non ha importanza a un certo punto. È per il tempo o abbastanza buono all'interno del regno in cui lo stai facendo. Le persone vengono qui, sia per il sollevamento pesi che per il powerlifting, e pensano che siamo così esigenti. Il nostro lavoro è rendere straordinaria la tua tecnica.

Paulie: Tendo a convincere le persone a non fare sollevamento pesi a causa di quanta abilità è coinvolta in esso. Se non vedo qualcuno con un grande potenziale sin dall'inizio - se non ha l'atteggiamento giusto - onestamente non sono interessato a istruirlo. Non sono io ad essere arrogante, ma non voglio combattere con qualcuno. Trovo che se qualcuno arriva con un atteggiamento, sarà una battaglia fino in fondo. Preferisco mettere la mia energia in persone che vogliono essere allenate, persone che vogliono imparare.

Brooke: Cosa cerchi in qualcuno che dice di voler provare il sollevamento pesi?

Becca: L'atteggiamento è la cosa principale. Anche flessibilità. Alcune persone pensano che se hanno qualche capacità atletica in altre cose possono fare sollevamento pesi bene. Quella fiducia a volte è un assassino, perché ci credono davvero, veramente.  Inoltre, solo essere in grado di uscire dalla propria testa. Devono permettersi di essere allenati. Alcune persone pensano di essere educabili, ma sono semplicemente troppo presi e non possono lasciarsi andare.

Brooke: Noti uno schema nel tipo di persone con background specifici che tendono ad avere il potenziale atletico e la capacità di essere allenate?

Paulie: Cose come il balletto. La ginnastica è quella ovvia. Qualcuno proveniente dall'atletica leggera a volte ha la forza esplosiva. Una delle cose che trovo però, è che a meno che qualcuno non voglia essere bloccato pulito e masturbarsi e strappare pesi molto bassi, dovranno diventare forti. Mi sento come se le persone che si avvicinano al sollevamento pesi non siano interessate a fare ciò che serve per diventare forti e diventare abile. Sono due cose diverse. Devi diventare abile nella tua forza per muoverti in modo efficiente e sicuro, ed è un sacco di lavoro. Torno a ripeterlo: le persone non vogliono metterci il lavoro.

Becca: In questo senso, mi sento come se fossero solo persone impazienti. Nessuno ha la pazienza.

Brooke: Soprattutto gli adulti che pagano per essere qui, a differenza dei bambini che sono costretti a farlo.

Paulie: È come un vecchio insegnante di danza russa che ti urla contro quando hai quattro anni. Non importava quello che volevi, hai fatto quello che hanno detto. Ora se io urla alle persone, ho un'attività qui. Si arrabbieranno e se ne andranno ..

Brooke:... e cagna su di te su yelp!

Paulie: sì! Ma vengono qui e vogliono diventare bravi. Ci sono persone che lasciano questa palestra e ci sono molte persone che se ne sono andate, ma vogliono andare in un posto più facile e meno stressante.

Molte persone mettono questo stress su se stesse, soprattutto sul fatto di diventare adulti a New York. Non ha niente a che fare con noi ed è una combinazione volatile. Dici loro che non sono bravi in ​​questo sport, o pensano di poter fare solo un po 'e diventare bravi, e non promette nulla di buono. Se qualcuno mi lasciasse fare esattamente quello che volevo fare con loro, probabilmente diventerebbero davvero bravi, ma non è la nostra realtà.

Brooke: Hai mai pensato di trasferirti in un posto dove potresti coltivare un raccolto di sollevatori che faranno esattamente quello che vuoi?

Paulie: Ci penso molto… non sarebbe fantastico se non dovessi occuparmi del parcheggio in strada? O i vicini sono sopra di me? Potrei allargarmi. Potrei avere spazio. Potrei costruire una palestra in cui non devo costantemente mescolare le cose di 1/4 di pollice solo per massimizzare lo spazio ... penso che sarebbe fantastico. Ma New York è stata la mia casa da 25 anni e non so dove andrei. Non so come potrei mettere radici altrove in questo momento.

Brooke: New York ha bisogno di questo ..

Becca: Le persone sono scioccate dal fatto che non ci siano più palestre come questa a New York.

Brooke: SBWC è ancora l'unica palestra dedicata al sollevamento pesi e al powerlifting in città?

Paulie: Per il sollevamento pesi e il powerlifting, sì. Molte palestre CrossFit ora hanno una sorta di sottoprogramma offerto ai loro membri, ma per fare il powerlifting correttamente, secondo me, devi solo fare powerlifting. È un po 'antitetico al CrossFit in cui devi punire lo specialista.

Detto questo, abbiamo visto un enorme aumento nel powerlifting grezzo grazie al CrossFit. È facile per i CrossFitters dire "questo è interessante, voglio provarlo", e possono entrarci subito con l'attrezzatura che hanno già. C'è una curva di apprendimento molto grande con l'attrezzatura attrezzata, perché devi imparare a usare la tua tuta e imparare a selezionare il giusto peso e l'attrezzatura giusta in modo che corrispondano tutti.

Brooke: C'è lo stigma contro i powerlifter equipaggiati e quelli grezzi?

Paulie: Penso che sia uno stigma ignorante, perché le persone che non lo capiscono dicono che è un imbroglio. È la stessa cosa di uno stacco da sumo rispetto a uno stacco convenzionale. La gente dice molte cose.

Becca: Molti dei migliori atleti competono in entrambi.

Paulie: Quando ho iniziato a fare powerlifting, ho iniziato in raw, e probabilmente avevo più una disposizione negativa nei confronti dell'equipaggiamento. Non pensavo fosse necessario, ecc. eccetera., ma quando sono entrato in questo sport, ho capito che c'è un posto per tutto. Non sono contro niente! Se qualcuno vuole provare qualcosa, proviamolo! Se a qualcuno piace, andiamo avanti. Se a qualcuno non piace e non ha lo stomaco per farlo, prova qualcos'altro.

Fare sollevamento pesi attrezzato è doloroso. È letteralmente doloroso. Vedi le persone svenire ad alto livello si incontra solo per quanto è stretto e costrittivo l'attrezzatura, ma deve essere così stretto per essere efficace. Ci sono molte cose che sono dolorose, ma c'è qualcosa che fa sì che le persone lo facciano per molto tempo.

Brooke: Perché farlo?

Paulie: Perché ti fa sentire vivo. Sai cos'è quella sensazione, e l'unico modo per ottenerla è spingendoti, ed è per questo che lo fai. Pensaci in un altro modo ... pensa se non l'hai fatto, se non hai fatto qualcosa per spingere te stesso.

È fantastico quando i nostri sollevatori raggiungono i PR. A volte la cosa difficile da comunicare a un principiante è essere paziente. Essere pazienti ... a volte non riceveranno quella ricompensa per mesi. Una volta che culmina in un incontro, o in palestra, e hanno colpito alcuni PR enormi, e hanno tutti in palestra che hanno smesso di fare quello che stanno facendo per guardarli e supportarli, sono agganciati. Una volta che hai quella sensazione, è difficile rimuoverla dal tuo sistema.

Becca: E non ci sono limiti! Puoi sempre andare più veloce, con più peso e più ripetizioni. Il potenziale genetico è l'unico limite.

Brooke: È una delle cose che mantiene gli adulti interessati ... risultati quantificabili a qualsiasi livello.

Paulie: Questo è ciò che fa sì che le persone lo facciano. Alcune persone lo fanno perché hanno paura di sapere cosa succederebbe se smettessero di farlo. C'è anche un sottoinsieme di persone che lo fanno perché copre un'altra dipendenza. Questa è la verità, ma qualunque cosa sia, non mi interessa. Voglio che le persone sollevino! Non importa perché.

Oggi ho ricevuto una chiamata da qualcuno da una persona sulla cinquantina e lei è intimidita perché tutti sono così seri. Le ho detto che puoi essere anche tu. Non so quale sia la differenza [tra te e loro.]

Becca: Alcune persone pensano letteralmente di non essere abbastanza forti o abbastanza grandi per essere qui. Dico loro che è letteralmente per chiunque. Chiunque sia sano può farlo.

Brooke: Cosa ne pensi degli allenatori in poltrona e delle persone che cercano di copiare la tecnica dagli atleti che vedono su Instagram?

Paulie: Non credo sia una buona idea per un atleta principiante imparare dalla tecnica di un atleta di alto livello, perché l'atleta di alto livello ha personalizzato quella tecnica sul proprio corpo. È così personalizzato su misura al punto, che non c'è modo di emularlo esattamente a meno che tu non fossi esattamente loro. Una parte è fisica, una parte è mentale.

Andiamo a un incontro di alto livello e guardiamo gli atleti, ed è tutto diverso. Tutti hanno questi tic, ma poi si abbassano e le persone cercheranno di emulare qualcuno anche se non hanno idea di cosa stanno facendo!

Nel powerlifting, parliamo di Mike Tuchsherer. Fa queste cose chiamate respiri di pressione quando esegue lo stacco. È al punto in cui ci scherziamo su perché non sa nemmeno perché lo fa. Sa solo che funziona e sa che aiuta. Quindi vediamo persone che cercano di emulare quella configurazione a zero avail. Cerchiamo di iniziare a insegnare agli atleti il ​​più neutrale possibile e adattiamo lentamente il sollevamento alle loro capacità.

Brooke: Qual è un consiglio che daresti a un grande gruppo di atleti?

Paulie: Questo è facile. Essere pazientare. Sii paziente nella vita e nel momento. È la differenza tra un quarto di secondo, e questa è la differenza tra una buona e una cattiva alzata. Sapere quando prendere il tuo passaggio, o fare le valigie e tornare a casa ... I newyorkesi non sono pazienti ma con pazienza tutti possono prevalere. Credo che.


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.