Principesse Rapunzel ed Elsa Deadlift per una grande causa

3221
Yurchik Ogurchik
Principesse Rapunzel ed Elsa Deadlift per una grande causa

Con un piccolo aiuto della Principessa Elsa, un gruppo di powerlifter sta usando la propria forza fisica per portare speranza e forza emotiva ai bambini con malattie potenzialmente letali. Powerlifter Kayla Heal ha collaborato con HopeKids, Inc del Minnesota., e attraverso eventi e attività, stanno creando un gruppo di supporto unico per bambini e famiglie che si occupano di malattie infantili.

Soprannominato Relentless Kickoff, l'evento di powerlifting di due giorni si è tenuto il secondo fine settimana di aprile ed è servito non solo come raccolta fondi, ma anche come competizione. Ogni atleta è stato abbinato a un Hope Kid, creando un legame che (sperano gli organizzatori) vada oltre gli eventi del fine settimana.

Sebbene Heal abbia guidato questi eventi per alcuni anni, quest'anno ha aggiunto una svolta integrando il suo amore per il cosplay. Kayla ha scambiato il suo spandex con un corsetto e una parrucca bionda, e stacco da terra un impressionante 405 ... in piena marcia Rapunzel. Non sembra troppo infastidita dalla lunga treccia bionda, e chiaramente i bambini la adorano.

Un video pubblicato da Girl That Lifts (@girlsthatlift_) su

Anche Samantha Boyer si è unita al divertimento, facendo anche lo stacco da terra 405.

Una foto pubblicata da Studio Inna Girlz (@studioinnagirlz) il

Come recente qualificazione ai Campionati del mondo WPC, Heal non è estraneo ai raduni di powerlifting. Lei vanta uno squat da 425 libbre, uno stacco da 435 libbre e una panca da 193 libbre, ma è il suo grande cuore che ha attirato la nostra attenzione. Scopri di più su Kayla e HopeKids qui. Non dimenticare di seguire Kayla sui social media con il suo nome utente @GirlsThatLift_, e dai un'occhiata al suo 2 ° posto nel 2015 per la performance di Senior WPC Nationals qui!

-

Se conosci qualcun altro che usa i propri talenti di sollevamento per migliorare la comunità, vogliamo saperne di più! Scrivici a [email protected] per metterti in contatto con la nostra redazione.


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.