Para Powerlifter Micky Yule - Veterano dell'esercito al campione europeo

2783
Yurka Myrka
Para Powerlifter Micky Yule - Veterano dell'esercito al campione europeo

Michael "Mickey" Yule è un powerlifter Para di 42 anni di Edimburgo, in Scozia. Ha fatto il suo debutto ai Giochi Paralimpici nel 2016 ed è il campione europeo 2015 del World Para Powerlifting (WPP) nella divisione degli 80 chilogrammi, in rappresentanza della Gran Bretagna. Da quando ha iniziato la sua carriera professionale nel para powerlifting, Yule ha gareggiato in cinque diverse divisioni (65, 72, 75, 80 e 82.5 chilogrammi). Delle 29 competizioni sanzionate in cui è apparso, lo è è salito sul podio 15 volte, 10 delle quali medaglia d'oro. Ecco alcune delle sue migliori performance:

  • 2020 Road to Tokyo Para Powerlifting World Cup - Oro, 72 chilogrammi
  • Coppa del Mondo Para Powerlifting 2019 - Bronzo, 80 chilogrammi
  • Campionati Europei Open WPP 2018 - Oro, 72 chilogrammi
  • Campione Europeo WPP 2015 - Oro, 80 chilogrammi
  • Campionati WPP Powerlifting Americas Open 2015 - Oro, 65 chilogrammi

Abbiamo avuto l'opportunità di intervistare Yule sul suo allenamento che ha portato ai Giochi Paralimpici di Tokyo del 2020, sulla dieta, sulle esperienze in competizione sulla scena mondiale e sui suoi obiettivi futuri nello sport.

Immagine tramite World Para Powerlifting

[Correlato: Para Powerlifter Ahmed Shafik - Army Veteran To Paralympian]

La vita dopo l'esercito

Yule entrò per la prima volta nell'esercito all'età di 17 anni. Prima di diventare un powerlifter Para d'élite, Yule era un sergente dello staff dei Royal Engineers (un corpo dell'esercito britannico) di stanza in Afghanistan. Durante il suo tempo impiegato in operazioni di combattimento, ha subito lesioni da un ordigno esplosivo improvvisato (IED) che hanno portato a una doppia amputazione nel 2010. La sua carriera militare è durata 15 anni.

Yule è stato un campione di powerlifting dell'esercito durante il suo servizio, uno dei tanti veterani a continuare negli sport di forza. Sebbene sia stato in grado di continuare gli sport di forza competitivi nel 2012 dopo la sua guarigione, ha lottato per venire a patti con la vita dopo l'esercito. Le sue sfide più grandi erano "accettare mentalmente le [sue] ferite, [adattare la sua] vita al fatto di essere disabile e venire a patti che la [sua] carriera nell'esercito era finita."

È stato motivato a continuare la sua passione per gli sport di forza partecipando a un "Potential Day degli atleti" tenuto in vista dei Giochi Paralimpici di Londra 2012."Ha fatto il suo debutto professionale nel Para powerlifting nello stesso anno ai Campionati britannici Invitational Powerlifting 2012 nell'82.Classe di peso di 5 chilogrammi.

Immagine tramite World Para Powerlifting

[Correlato: Para Powerlifter Matteo Cattini crede nel potere trasformativo degli sport di forza]

Allenamento per i Giochi Paralimpici di Tokyo 2020

Yule si allena insieme al suo allenatore Tom Whittaker. Divide i suoi sei giorni di allenamento a settimana tra la Loughborough University in Inghilterra e la sua palestra di casa. Ogni sessione di solito dura circa due ore e mezza. Tuttavia, il suo allenamento per i Giochi Paralimpici di Tokyo del 2020 "è stato ribaltato" dal suo rinvio a causa della pandemia COVID-19 in corso.

Con le restrizioni di blocco e l'istruzione a casa è stato incredibilmente difficile mantenere i miei livelli di forza dove li avrei desiderati.

Nonostante gli ostacoli aggiuntivi, Yule non ha temperato i suoi obiettivi nello sport. Il suo obiettivo attuale è quello di raggiungere un peso di 200 chilogrammi (440.9 libbre) panca.

[Correlato: Para Powerlifter Sedric Roussel compete per cambiare la mentalità della società]

La dieta di un campione

Yule "si vanta" di essere in grado di "soffrire" attraverso i movimenti necessari per ingrassare durante la preparazione per le competizioni. Oltre all'aiuto del suo nutrizionista, Yule non ha mai mancato di raggiungere il suo peso target per una gara nonostante le fluttuazioni tra le classi di peso. Al suo livello più leggero, Yule ha gareggiato a 65 chilogrammi prima di indossare il 17.5 chilogrammi (38.6 libbre) necessarie per competere a 82.5 chilogrammi. Per i Giochi Paralimpici di Tokyo del 2020, si è stabilito verso la fascia più alta di quello spettro per competere a 80 chilogrammi.

Per aumentare il peso nelle divisioni più leggere, il grasso corporeo di Yule è sceso al di sotto del sei percento durante la preparazione del concorso. Riesce a bilanciare quel tipo di deficit calorico mantenendo abbastanza forza per essere competitivo per il podio. I suoi pasti principali di solito ruotano intorno al pesce o alla carne come fonte primaria di proteine. Lo rafforza con noci e bacche per spuntini per “tenerlo fuori dal frigorifero."

La sua preparazione durante la quarantena è stata leggermente diversa dal normale poiché ha preso il COVID-19 alla fine del 2020. Il recupero dalla malattia ha portato lui e il suo team a prendere la decisione di non appoggiarsi troppo a una dieta ipocalorica.

Immagine tramite World Para Powerlifting

[Correlato: Para Powerlifter Rehab Ahmed si allena per sfidare le aspettative]

Miglior risultato e obiettivi futuri

Yule crede che il suo più grande risultato finora nello sport sia difendere il campionato europeo dopo aver subito un intervento chirurgico pochi mesi prima. A parte l'obiettivo universale di ogni paralimpico di portare a casa l'oro sulla scena mondiale, la visione di Yule per il futuro di questo sport è continuare a spingere i suoi limiti. Vedremo se richiede 200 chilogrammi (440.9 pounds) sul bilanciere ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. In caso di successo, supererebbe il suo attuale miglior sollevamento della concorrenza di 190 chilogrammi (418.9 sterline) dagli Invictus Games 2016, dove ha vinto l'oro.

[Correlato: come Para Powerlifter Garrison Redd si allena per essere un modello di comportamento]

Nota del redattore: questo articolo è stato pubblicato in collaborazione con World Para Powerlifting. BarBend è un fornitore di media ufficiale per World Para Powerlifting. Immagine in primo piano tramite World Para Powerlifting

Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.