Le ginnaste olimpiche dimostrano perché dovresti ricordare la tua tecnica sugli anelli

2053
Oliver Chandler
Le ginnaste olimpiche dimostrano perché dovresti ricordare la tua tecnica sugli anelli

Quando si tratta di sport olimpici, la persona media non ha effettivamente provato la maggior parte di queste attività. Forse sono andati a fare jogging, ma non è niente in confronto alla staffetta 4 × 400. Forse sono saltati giù dal trampolino del cortile durante l'estate, ma li hanno messi su una piattaforma di 10 metri e andranno fuori di testa.

Uno dei vantaggi adorabili di CrossFit è che ci dilettiamo in vari sport diversi. Abbiamo una vaga comprensione di come potrebbe essere remare in acqua dopo aver trascorso così tanto tempo su un vogatore indoor. Abbiamo tutti lavorato sugli ascensori olimpici, quindi conosciamo le basi di uno snatch e clean and jerk. Certo, non siamo neanche lontanamente vicini al livello di questi atleti e non lo saremo mai, ma abbiamo qualche riferimento dopo averlo provato noi stessi. Soprattutto, sappiamo che questa roba è davvero difficile, il che ci dà più rispetto per coloro che lo fanno a un livello d'élite.

Una foto pubblicata da yuri van gelder (@yurivangelder) il

Tutto ciò è particolarmente vero quando si tratta di ginnastica, in particolare gli anelli da uomo. Tutti possono imparare uno snatch (anche se è un brutto snatch). Non tutti possono imparare a tirare su. Meno possono padroneggiare gli aumenti muscolari ad alta ripetizione e ancora meno atleti CrossFit possono persino provare abilità più avanzate di un aumento muscolare. Eppure, nella ginnastica agonistica, gli aumenti muscolari sono considerati così facili da non essere nemmeno un'abilità valutata.

Ma, dal momento che abbiamo tutti almeno avuto la possibilità di provare a oscillare sugli anelli, possiamo davvero apprezzare la forza richiesta per completare una routine di anelli olimpici. La parte migliore è che con le Olimpiadi di Rio in corso in questo momento, possiamo vedere come i movimenti olimpici sono costruiti dal tipo di esercizi che facciamo in una palestra CrossFit ogni giorno.

Prendi la falsa presa, per esempio. Ci viene insegnato a usarlo per i muscoli rigidi e passare alla presa normale per i muscoli in aumento, ma i ginnasti olimpici mantengono la loro falsa presa per la maggior parte della routine. Vedrai i loro allenatori sollevarli all'inizio mentre prendono la presa, e poi la manterranno per l'intera routine. 

Puoi vedere chiaramente la falsa presa in azione durante le prese statiche come la Croce di Ferro o la Croce di Malta. I polsi stanno effettivamente subendo il peso maggiore, non le mani. Questo diventa ancora più evidente quando guardi gli uomini americani sugli anelli. Recentemente hanno adottato un tic stilistico in cui aprono le mani durante le prese, il che mostra quanto poco lavoro stiano effettivamente facendo le loro dita grazie a quella falsa presa. Nel video qui sotto, guarda come Sam Mikulak apre le mani durante la sua Croce di Ferro per vedere esattamente a cosa mi riferisco.

Un video pubblicato da Samuel Mikulak (@samuelmikulak) su

Un'altra cosa che noterai è quanto gli atleti riescano a mantenere gli anelli. L'evento si chiama Sfino agli anelli, Dopotutto. Non solo vengono detratti se gli anelli si muovono eccessivamente, ma mantenere gli anelli fermi dà agli atleti un maggiore controllo e li tiene al sicuro. (Questo è anche il motivo per cui le ginnaste competitive si attaccano con una presa falsa sugli anelli, ma gli atleti CrossFit eseguono esercizi muscolari con presa regolare. Le ginnaste hanno bisogno di una presa falsa per la stabilità durante l'intera routine, mentre i CrossFitters eseguono solo un movimento e possono cadere ogni volta che ne hanno bisogno.)

Ricorda quanto sono più facili gli aumenti muscolari singoli rispetto ai set con corde? È perché inizi da un blocco morto, con anelli fermi e voi avere tutto il controllo. Una volta che inizi a mettere insieme ripetizioni e agitare gli anelli, la fisica viene coinvolta e il controllo diventa molto più difficile.

Una foto pubblicata da Chris Brooks (@cbrooks_gym) il

Prendi nota anche delle verticali per le mani che compaiono in tutte le routine degli anelli olimpici. Questa è la forma del corpo che Dave Castro e Greg Glassman avevano probabilmente in mente quando hanno programmato flessioni in verticale ad anello ai CrossFit Games 2016. Tutto quel parlare di richiedere ai piedi di "muoversi su e giù" per una buona ripetizione significava solo che l'elemento dovrebbe essere completato con una posizione del corpo diritta e ininterrotta. I piedi si muoverebbero naturalmente su e giù se l'atleta non si inarcasse come un matto.

Certo, sto parlando di persone che hanno passato tutta la vita a dedicarsi a questo sport in particolare. Alcuni degli atleti di Rio sono addirittura specialisti degli anelli, come l'atleta olandese Yuri Van Gelder. Se passassi tutta la vita a lavorare esclusivamente sugli anelli, cosa potresti ottenere?

AGGIORNAMENTO: Da lunedì sera, 8 agosto, Van Gelder è stato rimandato a casa dopo aver lasciato il villaggio olimpico per uscire a bere, e quindi non parteciperà alle finali dell'evento ancora suona. 

Immagine in primo piano: Yuri Van Gelder (@yurivangelder)


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.