Una nuova ricerca suggerisce che l'allenamento in gruppo migliora la qualità della vita

1039
Milo Logan
Una nuova ricerca suggerisce che l'allenamento in gruppo migliora la qualità della vita

Quando ti alleni, è da solo, con un gruppo, in una classe o anche con una squadra? Inutile dire che ognuno ha le proprie preferenze personali durante l'allenamento, ma i vantaggi di ogni impostazione di allenamento vanno oltre ciò che è personalmente preferito? Una nuova ricerca suggerisce che potrebbe esserci.

Lo studio

I ricercatori hanno preso 69 partecipanti del New England College of Osteopathic Medicine che erano al loro primo o secondo anno di scuola. Agli studenti è stato permesso di selezionare uno dei tre gruppi da unire e sono stati suddivisi in:

  • Gruppo: Studenti che hanno lavorato in una classe di gruppo di 30 minuti almeno una volta alla settimana.
  • Solo: Studenti che hanno lavorato da soli o con un massimo di altri due studenti almeno due volte a settimana.
  • Nessun allenamento: Studenti che non si sono allenati affatto (come gruppo di controllo).

I ricercatori hanno seguito questi gruppi per 12 settimane e gli studenti hanno completato una scala di stress percepito ogni 4 settimane, oltre a completare un test iniziale di riferimento. Inoltre, hanno valutato la loro qualità della vita in tre aspetti ogni 4 settimane, tra cui: mentale, emotiva e fisica.

Questo recente studio evidenzia che l'allenamento in gruppo ha ridotto i livelli di stress percepiti del 26%. Inoltre, i ricercatori sottolineano che coloro che hanno lavorato in contesti di gruppo hanno visto un miglioramento nelle tre qualità di vita testate. Questi partecipanti hanno visto miglioramenti nel loro stato emotivo del 26%, mentale del 12% e dello stato fisico del 24.8%. 

Quelli che hanno lavorato da soli sono stati autorizzati a continuare la loro routine di allenamento corrente e ha visto anche un aumento dell'aspetto mentale della loro vita dell'11%. Tuttavia, questo gruppo non ha visto altri cambiamenti nei livelli di stress o altre qualità di vita durante le 12 settimane di intervento.

Perchè importa?

Normalmente questo studio riceverebbe un cenno del capo da parte mia e non molto più pensiero. Ma ciò che ha attirato la mia attenzione è stata la popolazione e come potrebbe relazionarsi agli atleti di forza.

Primo, la popolazione. Gli studenti di medicina vanno a scuola con la consapevolezza che saranno sempre stressati, il che abbasserà la qualità della vita. Ho pensato che i risultati fossero interessanti perché molti di noi si ritrovano regolarmente feriti e stressati (che non frequentano la facoltà di medicina).

Detto questo, un allenamento con un senso di cameratismo potrebbe davvero essere molto meglio per migliorare i propri progressi e la propria vita? Vale la pena pensarci, soprattutto con i risultati trovati da questo studio.

Secondo, sport di forza. La popolazione dello studio non era composta da atleti hardcore, ma solleva un punto interessante. Molti atleti di forza si trovano nelle squadre e nelle palestre con individui che la pensano allo stesso modo. Questi atleti sono tipicamente (da quello che ho visto nella mia carriera) più investiti e contenti dei progressi che fanno, rispetto a quelli che si allenano individualmente.

Questa potrebbe essere una chiave per chi si allena da solo e si trova costantemente annoiato o insoddisfatto dell'allenamento. Forse unirsi a una squadra, trovare atleti simili o un allenatore è la chiave.

Pensieri conclusivi

Questa ricerca non è assolutamente rivoluzionaria, poiché sappiamo da tempo che coloro che prendono parte a qualcosa di più grande di loro tendono ad essere più felici. Ma solleva alcuni punti importanti, specialmente quando si guarda alla popolazione e si pensa a come potrebbe applicarsi per gli atleti di forza.

Immagine in primo piano dalla pagina Instagram di @elleryphotos. 


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.