L'Iran invia la prima squadra di sollevamento pesi senior femminile a una competizione internazionale

4673
Abner Newton
L'Iran invia la prima squadra di sollevamento pesi senior femminile a una competizione internazionale

L'Iran invierà per la prima volta una squadra femminile senior di sollevamento pesi a una competizione internazionale. I campionati asiatici si terranno a Ningbo, in Cina, dal 18 al 20 aprile, e sette donne di età compresa tra 17 e 22 anni rappresenteranno l'Iran, Dentro i giochi riportato mercoledì.

L'Iran ha anche confermato che invierà anche una squadra maschile di 10 ai Campionati asiatici. L'elenco completo delle iscrizioni ai Campionati asiatici non è stato ancora ufficialmente rilasciato dalla Federazione asiatica di sollevamento pesi (AWF), ma una cosa è certa: l'Iran sarà rappresentato sia da uomini che da donne.

Il presidente dell'Iran Weightlifting Federation (IRIWF), Ali Moradi, ha parlato con Dentro i giochi e ha detto: “Sono molto felice, molto orgoglioso - abbiamo lavorato così duramente con la nostra squadra femminile nell'ultimo anno."

In un'intervista con la International Weightlifting Federation (IWF) nel 2018, Moradi ha affermato che una delle principali fonti di ispirazione per far gareggiare una squadra femminile su un palcoscenico internazionale è stata quando Sara Ahmed è diventata la prima donna araba a vincere una medaglia olimpica. Ahmed ha vinto una medaglia di bronzo per l'Egitto ai Giochi Olimpici di Rio 2016.

Lo scorso marzo, alla Fajr Cup di Ahvaz, un evento per soli uomini si è trasformato in un evento storico per le donne in Iran.

U.S. il sollevatore di pesi Derrick Johnson è diventato il primo U.S. atleta in 53 anni a sollevare in Iran, ma anche a rompere le barriere è stata Sally Van de Water, che è diventata la prima donna ad arbitrare una competizione di sollevamento maschile in Iran. Ursula Garza Papandrea è diventata la prima donna ad allenare un uomo in una competizione in Iran. Ha allenato Johnson. Papandrea è anche presidente di USA Weightlifting e vicepresidente dell'IWF.

Papandrea era anche ad Ahvaz per insegnare in un campo di sollevamento pesi femminile. Mentre Papandrea stava lavorando per far crescere lo sport in Iran per le donne conducendo un corso di sollevamento pesi, alle donne non era effettivamente permesso di guardare la Coppa Fajr. Dopo una giornata di proteste, alle donne è stato permesso di assistere e persino di sollevarsi. Aysan Adib, un bambino di otto anni che frequenta il campo di sollevamento pesi, ha fatto risaltare i titoli nazionali sul palco della competizione.

"Mi sono commosso fino alle lacrime", ha detto Van de Water al Team USA. "Per vedere quella lenta progressione delle donne che assumono ruoli che non avevano mai assunto prima, sono rimasta colpita dalla loro perseveranza e coraggio. Queste persone vivono lì. Le loro famiglie possono essere influenzate dalle scelte che fanno e dalla presa di posizione. Spero che le potenze vedano che questa è una buona cosa e sta portando un'attenzione positiva all'Iran e alle donne che vogliono partecipare al sollevamento pesi."

Ora, l'Iran invia per la prima volta una squadra di sette donne a una competizione internazionale. Nel Dentro i giochi intervista, Ali Moradi ha espresso la sua speranza per la medaglia a squadre femminile in futuro, ma capisce che a breve termine sperano solo di continuare a costruire la loro presenza nello sport. L'Iran può inviare un massimo di due uomini e due donne ai Giochi Olimpici di Tokyo del 2020, a causa delle restrizioni basate sulle violazioni del doping risalenti al 2008.

"Sappiamo che non possiamo prendere medaglie nei campionati asiatici", ha detto Moradi. “Ma in futuro staremo meglio."

Papandrea non potrebbe essere più entusiasta di vedere una piattaforma per le donne in Iran. "Questo è uno sviluppo entusiasmante", ha detto. “Sono davvero incoraggiato dai progressi che questo indica."

Immagine in primo piano tramite @Iranian_weightlifting Instagram.


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.