In che modo il caffè aumenta naturalmente le prestazioni dell'allenamento

3787
Yurka Myrka

Caffè, sostantivo; definita come una bevanda a base di semi fermentati e di fagioli macinati. Per me e per molti altri conosciamo il caffè come verbo. “Mi hai visto caffè quel PR?"E" Ho bisogno di un caffè seriamente prima di iniziare il mio lavoro quotidiano."La maggior parte delle bevande pre-allenamento sfruttano la caffeina come ingrediente principale e hanno molti altri ingredienti per aiutare a fornire una spinta all'allenamento. Il caffè contiene caffeina e antiossidanti naturali per fornire una simile offerta di integratori pre-allenamento.

Cos'è il caffè?

Il caffè contiene una combinazione di caffeina, polifenoli e acido clorogenico. Mentre ci sono altri ingredienti che esistono naturalmente in ogni tazza di caffè, questi tre sono i più referenziati per il beneficio. La caffeina nel caffè è ciò che ci dà la sensazione di maggiore energia. La caffeina in genere colpisce il flusso sanguigno circa 15-45 minuti dopo il consumo e l'emivita (o la durata per digerire la metà) è ovunque da 3-5 ore. I polifenoli sono sostanze naturali che agiscono come antiossidanti nel corpo, oppure i composti che ci aiutano a proteggerci dai radicali liberi (tossine). Anche l'acido clorogenico è classificato come antiossidante. Tutti questi sono ottimi componenti per qualcuno che vuole una spinta naturale all'allenamento.

Immagine dalla pagina Instagram di @cavemancoffeeco

In che modo il caffè aiuta il mio sollevamento?

Cognitivo: Si è visto che il caffè migliora la cognizione facilitando meccanismi che migliorano la memoria, l'apprendimento e il tempo di reazione. La caffeina nel caffè è associata a questi benefici, soprattutto all'aumento del tempo di reazione. Diversi studi hanno evidenziato gli acuti benefici che il caffè ha sulla prontezza e sulle prestazioni mentali.

Resistenza: La caffeina è un aiuto ergogenico ben documentato, o integratore che migliora le prestazioni. La tazza media di caffè contiene ovunque da 80-100 mg di caffeina. Una revisione basata sull'evidenza ha esaminato 9 studi incentrati sull'assunzione di caffè prima dell'esercizio e sulle prestazioni di resistenza. Dalla recensione è stato suggerito che il caffè era utile per fornire un'alternativa sicura per aumentare le prestazioni di resistenza.

Energia: Il caffè, in particolare la caffeina, ha un impatto sul sistema nervoso del nostro corpo aumentando la nostra sensibilità a diversi stimoli. Da qui, l'aumento del tempo di reazione e della vigilanza. Quando si tratta di potenza, diversi studi hanno fornito informazioni sul fatto che la caffeina promuove benefici neuromuscolari; questo potrebbe essere dovuto all'aumento del reclutamento di unità motorie. Diversi studi hanno evidenziato gli effetti della caffeina sulla potenza e sulla velocità di scatto.

Forza: Con una maggiore potenza viene offerta la possibilità di diventare più forti attraverso un maggiore sviluppo muscolare. Poiché la caffeina nel caffè aumenta la sensibilità del nostro sistema nervoso e la capacità di produrre energia, questo aumenta il reclutamento motorio per guadagni di forza. Inoltre, è stato suggerito che il caffè rallenti la sarcopenia e aumenti la rigenerazione dei muscoli lesi.

Sforzo percepito: Un altro vantaggio del caffè è l'impatto che ha sulla quantità di lavoro che possiamo svolgere durante gli allenamenti. Il modo in cui il nostro corpo elabora il dolore è attraverso il sistema neuromodulatorio dell'adenosina, è stato dimostrato che la caffeina può inibirlo. Uno studio condotto dall'Università dell'Illinois ha scoperto che la caffeina ha permesso ai soggetti di spingere più forte e attraverso più dolore durante un allenamento.

Il caffè può essere una misura preventiva?

Se consumato con moderazione (3-4 tazze al giorno), il caffè è stato considerato un'utile misura preventiva. È stato suggerito che un consumo moderato di caffè sostenga la salute cardiovascolare, insieme alla diminuzione delle possibilità di demenza legata all'età e del morbo di Alzheimer. Un altro studio ha suggerito che il consumo moderato di caffè non zuccherato può essere benefico per la salute del fegato.

Quando consumare caffè e per cosa

  • Per il pre-allenamento: Consumare caffè tra 30-45 minuti di esercizio.
  • Per il consumo quotidiano: Bevi caffè dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 16:00. In questi momenti il ​​corpo produce meno ormoni, sui quali la caffeina può avere un impatto negativo (come la produzione di cortisolo). Tuttavia, vale la pena notare che i programmi di tutti sono diversi, quindi usa questa regola generale: consumare una tazza circa 2 ore dopo il risveglio. Il corpo produce cortisolo per svegliarsi naturalmente in anticipo, la caffeina può inibirlo.
  • Consumo serale: Evita il caffè dopo le 17:00, l'emivita della caffeina è di 3-5 ore, questo può avere un impatto negativo sul sonno.

Una foto pubblicata da WODdoc (@woddoc) il

Consumare con moderazione

Come ogni cosa, il caffè dovrebbe essere consumato con moderazione e troppo può essere una brutta cosa. Mentre la tossicità della caffeina è rara dal bere caffè, un consumo eccessivo può causare disturbi del sonno e della cognizione. Inoltre, è stato suggerito che il consumo eccessivo di caffè aumenti l'ansia. Uno studio ha suggerito che 4-5 tazze di caffè al giorno sono un limite generale per ottenere i benefici per la salute che il caffè porta.

La storia del caffè

Come vuole la leggenda, il primo caso documentato di scoperta del caffè è stato fatto da un allevatore di capre che viveva sull'altopiano etiope. Il motivo per cui è incappato nella scoperta dei benefici del caffè era perché le sue capre mangiavano bacche (chicchi di caffè) che davano loro uno strano aumento di energia. Dopo questa scoperta, portò le bacche al suo monastero locale dove i monaci le provarono. Anche loro hanno riscontrato aumenti simili di energia e vigilanza.

Il tempo passò e si sparse la voce sulle bacche che producono energia, e nel XV secolo il caffè era arrivato nella penisola arabica. Subito dopo, nel XVI secolo, il caffè veniva coltivato in Persia, Egitto, Siria e Turchia. I caffè pubblici iniziarono a diventare una norma e una destinazione per caffè, attività sociali e incontri pubblici. Nel XVII secolo, la voce dei benefici del caffè si era diffusa in Europa. In poco tempo, i caffè iniziarono a spuntare in Inghilterra, Francia, Germania e altri paesi europei. Poi, a metà del 1600, il caffè fu portato nella città che ora è conosciuta come New York City. In poco tempo, le caffetterie iniziarono a diventare una norma in America e la sua popolarità crebbe, soprattutto con eventi come il Boston Tea Party. Il caffè è oggi la bevanda più conosciuta e apprezzata al mondo, per una buona ragione.

Così, mentre mi siedo qui e bevo la mia tazza di caffè, alzo il bicchiere in segno di ringraziamento alle capre dell'altopiano etiope.

Immagine in primo piano dalla pagina Instagram di @cavemancoffeeco 


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.