COVID-19 e conservazione dei membri Come sopravviveranno le piccole palestre e le scatole CrossFit?

1702
Lesley Flynn
COVID-19 e conservazione dei membri Come sopravviveranno le piccole palestre e le scatole CrossFit?

Quattro mesi fa, ho pagato quattro mesi in anticipo per un abbonamento a una palestra a Etampes, in Francia, dove vivo nei prossimi mesi. Come molte palestre in tutto il mondo, la mia palestra ha chiuso la scorsa settimana a causa della pandemia COVID-19.

Come cliente, che era andato in palestra praticamente ogni singolo giorno nelle ultime sei settimane, non mi sarebbe nemmeno venuto in mente di chiedere un rimborso se dovessimo essere chiusi per un mese o due. Aggiungerò, non è una palestra CrossFit e non offre alcun tipo di servizio, sia che si tratti di programmazione a casa, noleggio di attrezzature o lezioni virtuali, come stanno facendo molti affiliati CrossFit.

Tuttavia, chiedere un rimborso a una piccola palestra indipendente, che probabilmente soffrirà finanziariamente, è insondabile per me. Una grande parte del motivo per cui mi sento in questo modo è, ovviamente, perché capisco l'altro lato. Sono anche un allenatore in una palestra a casa a Vancouver, B.C., e so quanto sia difficile per la piccola palestra indipendente avere successo finanziariamente.

Ma non tutti si sentiranno in questo modo. E se e quando le persone inizieranno ad affrontare periodi economici difficili nei prossimi mesi, puoi biasimarli se non sono così disposti a donare soldi a una palestra in cui non possono andare nelle prossime settimane?

Ahimè, questo è il motivo per cui i proprietari di palestre e gli allenatori in tutto il mondo stanno tremando nei loro stivali in questo momento: sanno che devono trovare modi per mantenere la loro attuale comunità di clienti e farli pagare le quote associative.

Alex Cibiri, il proprietario di lunga data della palestra Element CrossFit a Mississauga, Ontario, che ha chiuso la sua palestra fisica all'inizio di questa settimana, ritiene che il danno possa essere mitigato se si prendono i passi giusti e ci si adatta alla situazione.

Una registrazione di classe CrossFit su Zoom

In conclusione: continua a fornire valore e un rapporto ai clienti esistenti e continueranno a pagare, ha spiegato.

Mentre molte palestre offrono opzioni di programmazione a casa, Cibiri ei suoi allenatori continuano a fornire cinque lezioni online dal vivo tramite Zoom ogni giorno, alle 6 a.m., 9:30 a.m., mezzogiorno, 5:30 p.m. e 7:30 p.m. Queste lezioni dal vivo offrono alle persone l'opportunità di interagire e porre domande agli allenatori, come farebbero in una normale lezione di persona in palestra.

Mentre le prime quattro lezioni della giornata sono lezioni di allenamento a casa, le 7:30 p.m. la classe si chiama Sip n 'Stretch.

"La gente chiama con un drink, alcolico o altro, e ci allunghiamo insieme per 30 minuti", ha detto Cibiri. In un momento in cui molti dei suoi clienti stanno a casa il più possibile e lavorano da casa, è un'opportunità per sentirsi ancora parte di una comunità sociale e garantire che la salute mentale non sia influenzata dall'isolamento, ha spiegato Cibiri.

Finora, le persone adorano il Sip n 'Stretch.

"È divertente. Le persone sono così felici di interagire con altre persone. A parte dello shtick viene effettivamente detto di prendere un sorso ogni tanto ", ha detto Cibiri, aggiungendo che il Sip n Stretch di martedì sera ha visto la partecipazione di 31 clienti, mentre la maggior parte delle sue lezioni a casa regolari si stanno rivelando tra otto e 20 membri per classe.

La decisione di Cibiri di tenere lezioni dal vivo, invece di offrire opzioni di programmazione casalinga da solista, è stata semplice.

"Di persona (ci permette di essere) il fulcro della loro forma fisica e (ancora offrire una comunità dal vivo). Questo è ciò che fanno queste classi Zoom. Permettono alle persone di interagire con noi e tra di loro ... Un coach dal vivo può letteralmente chiamare le persone sullo schermo ... per riposare o altro. È incredibile ", ha scherzato.

Ha aggiunto: “(E) dimostra che stiamo facendo cose che richiedono impegno per i nostri membri."

I membri di CrossFit seguono una lezione virtuale

Non solo fa pagare i suoi membri, ma fa lavorare i suoi allenatori.

Sebbene la maggior parte dei circa 300 membri di Cibiri scelgano di seguire le lezioni di Zoom dal vivo, Cibiri e il suo team stanno anche pubblicando video degli allenamenti e spiegazioni su di essi per chiunque voglia allenarsi da solo durante i periodi di non lezione. Inoltre, come molte altre palestre che hanno temporaneamente chiuso, Cibiri ha prestato varie attrezzature ai suoi clienti, in modo che possano fare molto di più che semplici movimenti a corpo libero nel loro soggiorno.

Servizi di formazione e coaching a parte, Cibiri pensa che la chiave più importante per mantenere i membri in questa crisi sia la costruzione e il mantenimento di relazioni con loro.

“È letteralmente tutto ciò che hai adesso. Penso davvero che qui sia dove puoi vedere chi affitta attrezzature e spazio rispetto a (chi sta) costruendo relazioni tramite il coaching ", ha detto. Sono le relazioni e il sostegno degli altri che faranno superare alle persone questo periodo. Non gli allenamenti stessi, ha spiegato.

Per garantire ciò, Cibiri ha inviato un'e-mail a tutti i suoi clienti offrendo a ciascuno un coach di responsabilità personale. Da lì, assegna ogni cliente a un allenatore, che effettuerà il check-in con loro su base giornaliera. Ciò consentirà anche agli allenatori di aiutare a modificare gli allenamenti per le esigenze individuali delle persone e l'attrezzatura che hanno, ha spiegato Cibiri.

Sebbene questo sia l'attuale piano d'azione di Cibiri, sa che potrebbe cambiare se la situazione in Canada si intensificasse e gli allenatori non fossero più in grado di andare in palestra per seguire le lezioni. La chiave è la capacità di adattarsi a tutto ciò che accade in modo che i clienti continuino a ricevere un'assistenza adeguata.

Per ora però quello che sta facendo è lavorare bene per Cibiri, per i suoi allenatori e per la sua comunità. Le persone si stanno riunendo come, nessuno si lamenta, e alcuni si sono persino offerti di aiutare finanziariamente, se necessario, ha detto Cibiri.

"Tutti sono d'accordo con ciò che deve essere fatto, ed è fantastico", ha detto.


Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.